CORONAVIRUS

Coronavirus, Silvi Marina riparte. Il sindaco: spiagge aperte fino a ottobre

Mercoledì 15 Aprile 2020 di Tito Di Persio
Coronavirus, Silvia Matrina riparte. Il sindaco: spiaggia aperta fino a ottobre

«Da questa mattina i balneari possono iniziare a preparare la spiaggia per la stagione estiva. Ovviamente con tutte le precauzioni e senza mai abbassare la guardia, ma bisogna ripartire. Non possiamo permettersi di saltare l’estate 2020». A dirlo è il sindaco di Silvi, Andrea Scordella.
Coronavirus, la "Tonda" a domicilio: la pizzeria Trieste guida la ripartenza del commercio
Dopo Pescara e Montesilvano anche Silvi plaude all’ordinanza, la numero 36, arrivata ieri, a firma del presidente Marco Marsilio e l’assessore al demanio marittimo Nicola Campitelli, che dà il via alla manutenzione degli chalet. Per la balneazione il provvedimento prevede anche la possibilità di recupero e smaltimento dei rifiuti accumulati durante l’inverno sulle spiagge. «Con questo provvedimento – osserva Campitelli – i titolari di concessioni balneari possono ripulire le spiagge dai detriti e procedere con la manutenzione degli stabilimento balneari che, a mio avviso, potrebbero rappresentare la ripartenza per la nostra regione dopo questa terribile emergenza sanitaria. Nello spirito del provvedimento tutti dovranno osservare le norme di contenimento del contagio e autocertificazione per gli spostamenti».
L'Aquila, 45enne trovato morto in casa: disposto il tampone coronavirus
Gli operatori probabilmente non ci speravano più. Il sindaco Scordella e il vice sindaco Fabrizio Valloscura, con i funzionari comunali e la collaborazione degli assessori e dei consiglieri di maggioranza, in questi giorni stanno ponendo le basi per pianificare la fase 2, cioè il superamento graduale della crisi da Covid-19. Il pensiero dominante a Palazzo è come salvaguardare i posti di lavoro, con quali mezzi promuovere misure di sostegno alle imprese e ai danneggiati dalla pandemia ancora in atto e, a poco meno di un mese dall’apertura della stagione estiva, cosa fare per andare incontro alle imprese che si occupano e vivono di turismo.
Pescara, morto il rottweiler Aaron: cane eroe che scavò tra le macerie di Amatrice
«Siamo consapevoli – continua Scordella – di avere sulle nostre spalle un peso assai più grande di quello che, in condizioni di normalità, può essere sostenuto dagli amministratori pubblici. Il Governo, fortemente condizionato dall’andamento incerto della diffusione del contagio, non ha ancora individuato una strategia nazionale per l’avvio della cosiddetta seconda fase, né ha fornito a noi amministratori dei comuni indicazioni e risorse per consentirci di individuare e attuare le azioni urgenti che potrebbero offrire agli operatori economici e ai cittadini opportunità di recupero di tempo e denaro. Nel frattempo, non stiamo con le mani in mano. Siamo disponibili ad autorizzare l’allungamento dell’apertura delle attività fino al 30 ottobre».
Coronavirus, l'ex sindaco Brucchi: feste in solitudine con l'incubo della malattia
«La proposta lanciata dal sindaco Scordella - dice Rosita Vasaturo del Villaggio turistico Lake Placid - è degna di attenta considerazione anche perché, tutto sommato, è la prima volta che noi operatori turistici di Silvi siamo tenuti in considerazione in fase di programmazione turistica. I danni causati dal Covid-19 li stiamo risentendo ora con le prenotazioni che sono scese in maniera vertiginosa e li sentiremo, quasi certamente, nei prossimi mesi. Era necessario inventarsi qualcosa di diverso e di alternativo per tentare di recuperare tutto quello che è possibile. Intanto è lodevole il fatto che ci sia consentito di preparare le nostre strutture sia nel villaggio che sulla spiaggia. Così come - aggiunge la giovane operatrice turistica che gestisce con successo il Lake Placid insieme alle sue due sorelle - trovo interessante sperimentare l’allargamento della stagione protraendola fino alla fine di ottobre».
 

Ultimo aggiornamento: 8 Luglio, 15:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA