Benevento, perde tutto alle slot machine
e allora rapina la sala giochi: preso

Sabato 3 Ottobre 2020 di Enrico Marra
sala giochi

Identificato il rapinatore solitario che aveva messo a segno un primo colpo in una sala giochi di via delle Poste, in città. Si tratta di un 24enne, già noto alle forze dell'ordine, denunciato per trascorsa flagranza. A identificarlo gli agenti della Squadra Mobile che hanno inviato un rapporto al sostituto procuratore Maria Colucci. Gli inquirenti ipotizzano che il giovane possa essere anche l'autore di un secondo colpo, sempre ai danni di una sala giochi, questa volta la «Colbet», di via Nuovo Calore. Con le stesse modalità del primo colpo, con il viso coperto da un cappuccio e da occhiali da sole, l'autore della rapina di giovedì pomeriggio è entrato nella sala giochi e ha aggredito l'addetto, facendosi consegnare la somma di mille euro prima di dileguarsi a piedi. Anche in questo secondo caso erano intervenuti gli agenti della Squadra Mobile e della Squadra Volante che hanno acquisito i filmati delle telecamere in dotazione alla sala giochi e di quele installate lungo la strada.

LEGGI ANCHE Sgominata piazza di spaccio nelle case popolari di Brusciano: arrestati cinque uomini e una donna

La rapina di cui, invece, è accusato il 24enne era avvenuta mercoledì sera presso la sala giochi «Las Vegas» di via delle Poste, quasi in contemporanea con la partita di calcio del Benevento contro l'Inter. Nella sala giochi c'era un solo utente che dopo aver perso una consistente somma di denaro, si è trasformato in rapinatore. Il giocatore all'improvviso ha utilizzato il cappuccio della felpa per coprirsi parte del viso e postosi un paio di occhiali da sole sul viso è entrato nella stanza in cui c'era il gestore, un 54enne beneventano. Dopo averlo ingiuriato, lo ha anche spintonato. Il gestore per cercare di difendersi dal giovane aveva riportato una lieve ferita a una gamba, poi medicata sul posto. Il giovane aveva poi afferrato alcune banconote, che erano nella cassa, circa mille euro, prima di fuggire a piedi lungo via delle Poste. I poliziotti della Mobile avevano subito acquisito i filmati delle telecamere che sono in dotazione alla sala giochi e ad altri esercizi commerciali della zona e nella mattinata di ieri hanno raccolto elementi tali da ritenere che l'autore della rapina di via delle Poste è il 24enne, poi convocato in Questura. Al termine dell'interrogatorio hanno acquisito ulteriori elementi per cui hanno fatto scattare, sentito il magistrato, la denuncia a piede libero.
 

Video

Ma nella giornata di ieri è giunta a conclusione un'altra indagine sfociata in un arresto. Le investigazioni sono state coordinate dalla Procura diretta da Aldo Policastro e condotte dalla Squadra Mobile che ha dato esecuzione all'ordinanza di custodia in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Benevento, nei confronti di un napoletano di 45 anni indagato per furto aggravato e indebito utilizzo di una carta di pagamento. Le indagini hanno consentito di accertare che quest'ultimo dapprima forava lo pneumatico di un'autovettura in sosta in viale dell'Università per poi seguirla. Nel momento in cui la vittima si fermava per la sostituzione dello pneumatico, in prossimità dello stadio «Ciro Vigorito», il 45enne si avvicinava al veicolo e, furtivamente, asportava dall'interno della vettura un borsello contenente gli effetti personali, una carta di prelievo, un cellulare e 40 euro in contanti, nonché un cappotto, per poi allontanarsi a bordo della propria auto. Successivamente, a Montesarchio, utilizzava la carta di pagamento rubata per effettuare un prelievo a uno sportello bancomat per la somma di 110 euro. L'indagato è stato rintracciato presso la propria abitazione e condotto nel carcere di contrada Capodimonte.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 10:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA