CORONAVIRUS

Caserta, sanificazioni nei plessi
e derattizzazioni: le scuole pronte

Domenica 27 Settembre 2020 di Fabrizio Arnone

È cominciato l'anno scolastico per tutti gli alunni delle scuole dell'infanzia, primarie e medie. Il Comune di Caserta ha sanificato e consegnato i locali pronti per essere utilizzati già mercoledì 23 per le scuole non sede di seggio elettorale, e giovedì 24 tutti gli altri istituti.

Tra le misure volte al contenimento e alla gestione dell'emergenza Covid-19, per ogni istituto ha predisposto operazioni di disinfezione e sanificazione di tutti i plessi scolastici di competenza comunale e le operazioni di derattizzazione, monitoraggio e disinfestazione esterna ai plessi scolastici. «Tutti i dirigenti scolastici sono stati contattati singolarmente dall'ente per comunicare l'avvenuta operazione di sanificazione e derattizzazione ha commentato Adele Vairo, assessore alla Pubblica istruzione . Oltre alla comunicazione abbiamo provveduto a inoltrare ogni altro dato utile a qualificare le operazioni oltre la certificazione della sanificazione, come la scheda tecnica dei materiali adoperati». Ciò acquisito, ogni dirigente scolastico ha potuto decidere in autonomia con i propri organi collegiali interni all'istituto quando e come avviare l'anno scolastico. Domani quasi tutti gli studenti casertani entreranno in aula per la prima volta.

LEGGI ANCHE La scuola paga il buco supplenti: in 14 giorni persi milioni di ore

Il plesso di Casola, scuola secondaria di primo grado, afferente al Comprensivo Vanvitelli diretto dalla dirigente Maria Rosaria Prisco, non sarà consegnato prima del pomeriggio di martedì 29. Questo a causa di alcuni lavori aggiuntivi richiesti e concordati con il Comune, iniziati nella giornata di ieri. «Tutti i lavori sono stati costantemente monitorati dall'amministrazione e seguiti attraverso un costante contatto con i dirigenti e con gli staff tecnici individuati per la singola scuola dal Comune ha proseguito l'assessore Vairo . L'attenzione del sindaco Marino e della giunta è massima perché siamo consapevoli del delicato momento che stiamo affrontando a causa del virus. Vogliamo superare al meglio tutte le difficoltà del momento e ci stiamo riuscendo grazie alla sinergia e all'incredibile lavoro di squadra con l'assessore Alessandro Pontillo, i dirigenti comunali di settore e le istituzioni scolastiche».
 

 

Discorso analogo per quanto riguarda gli istituti superiori che da domani riprenderanno più o meno a pieno regime le attività didattiche, seppur adottando in molti casi una didattica mista, in parte in presenza e in parte da remoto. La Presidenza del Consiglio dei ministri in occasione dell'inizio del nuovo anno scolastico ha distribuito gratuitamente le mascherine per il personale docente, non docente e per gli alunni delle scuole. In totale alla provincia di Caserta sono state consegnate 2 milioni 359mila 490 mascherine che sono state distribuite tra le scuole statali (1.868.250) e le scuole paritarie (491.240). Insomma tutto è pronto per iniziare finalmente l'anno scolastico dopo tanti mesi di chiusura. Un anno anomalo sotto quasi tutti i punti di vista che metterà a dura prova la tenuta del sistema scuola. La Campania si appresta così a intraprendere il percorso che in tante altre parti d'Italia è già iniziato prima delle elezioni regionali. Un percorso pieno di ostacoli che ha già avuto conseguenze difficili. Le scuole casertane si sono organizzate con dei programmi affinché si possa garantire all'interno e all'esterno degli edifici scolastici il rispetto delle norme anti Coronavirus.

Ultimo aggiornamento: 28 Settembre, 10:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA