CORONAVIRUS

Covid a Caserta, si torna a morire
«La vittima è un'anziana»

Giovedì 24 Settembre 2020 di Ornella Mincione


Altro decesso di paziente positiva al Coronavirus: a dare la notizia è il sindaco di San Cipriano di Aversa, Vincenzo Caterino che ieri all'ora di pranzo ha dichiarato in un lungo post diretto ai cittadini: «Ci sono aggiornamenti circa la situazione contagio sul nostro territorio. Si sono registrati in totale 46 positivi al Covid, ad oggi si registrano 17 guariti e purtroppo un decesso - scrive il primo cittadino sul proprio profilo Facebook -. Alla famiglia vanno il nostro cordoglio e vicinanza. San Cipriano conta 28 positivi attuali. Questi nuovi casi ci devono far riflettere, il pericolo è sempre costante e attuale, pertanto l'invito è sempre quello di rispettare senza eccezioni le regole, usare la massima prudenza e tutti gli strumenti che abbiamo per contenere il contagio: evitare gli assembramenti, utilizzare la mascherina, lavare spesso le mani, mantenere la distanza di sicurezza. Attendiamo ancora il risultato di diversi tamponi, vi terrò costantemente aggiornati sui risultati».

LEGGI ANCHE Ercolano. Giornate Europee del Patrimonio: per la prima volta aperta al pubblico 'il corpo segreto' di Villa Campolieto

Sono emersi poi anche altri positivi in tutta la provincia casertana. Stando ai dati registrati sul sito del Ministero della Salute, sono 32 i nuovi contagi nel casertano. A causa di un malfunzionamento, ieri non è stato possibile leggere il report ufficiale dell'Asl di Caserta, pur essendo stato pubblicato. Fatto sta che secondo fonti dell'amministrazione dell'azienda, il totale delle guarigioni ieri era 892, a fronte delle 874 del giorno recedente: dunque, 18 guarigioni in più.

Anche in altri comuni risultano nuovi contagi, come in quello di Riardo dove, anche in questo caso, è stato il sindaco Armando Fusco a comunicare gli esiti dei tamponi alla cittadinanza: «Fortunatamente - scrive il sindaco - le persone interessate che hanno manifestato sintomi già prima di rientrare a Riardo sono state collocate in quarantena e non hanno avuto nessun contatto con altre persone. Sono queste le notizie che non vorremmo mai comunicare alla cittadinanza, ma come sempre per lo spirito di trasparenza preferiamo non tacere. Auguriamo una pronta guarigione alle interessate e ribadiamo la necessità di assumere le normali precauzioni utilizzando in primis i dispositivi personali di sicurezza, igienizzare le mani soventemente, evitare assembramenti anche in vista dell'imminente apertura degli istituti scolastici».
 

Video

Grande attesa, infatti, per la giornata di oggi, giorno di apertura delle scuole, tutte sanificate e con personale scolastico screenato al Covid 19. In realtà, non tutte le scuole apriranno i battenti nella giornata di oggi. C'è anche qualche istituto che ha deciso di rinviare l'apertura di qualche giorno. Come quello di Sant'Arpino, con 11 positivi accertati, il cui sindaco Giuseppe Dell'Aversana dichiara: «spero con tutto il cuore di riaprire lunedì 28 settembre, se si chiude di nuovo è la fine. Non sono le multe' la soluzione del problema contagio, non è pensabile multare tutte le persone che camminano senza mascherina, non è possibile intervenire con la forza. Chiedo collaborazione nel rispetto delle regole di distanziamento e di igiene. Undici casi non sono pochi, comportiamoci tutti noi responsabilmente e da persone mature evitando assembramenti».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 16:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA