CORONAVIRUS

Berlusconi, a Villa Certosa il virus già dal 10 agosto: l'allarme ignorato

Sabato 5 Settembre 2020 di Giuseppe Scarpa

Da un lato l'sms di un preoccupatissimo nipote di Silvio Berlusconi che comunica come il 10 di agosto a Villa Certosa sia emerso un caso di positività. Dall'altro l'arrivo, il 16 di agosto, della figlia Barbara, sempre nella villa a Porto Rotondo. Terzogenita del Cavaliere che poco dopo il suo arrivo in Sardegna, da una gita di 5 giorni tra Capri e Ponza, manifesta già i segni di un malessere che si rileverà poi essere il Covid-19. Stessi sintomi presentati anche dalla babysitter che si occupa dei figli della giovane mamma. In mezzo poi una festa a Ferragosto, organizzata dal presidente di Fi, degna dei tempi d'oro berlusconiani, di quelle con tanto di vulcano artificiale e fuochi pirotecnici e un centinaio di ospiti (che lo staff si affretta a smentire). Di certo, un clima di generale distensione come se il coronavirus non fosse più un problema e che ha mandato su tutte le furie la primogenita del Cavaliere, Marina: «Per voi è Berlusconi, per me è mio padre». La 54enne figlia dell'ex premier durante i mesi del lockdown si era preoccupata di garantire la salute del padre 83enne, nella villa a Valbonne in Provenza. Un semi isolamento. Insomma in molti leggono un messaggio sibillino che in parte toccherebbe la sorella Barbara.

Berlusconi, Zangrillo: “Ho imposto riposo assoluto, l’umore non è dei migliori”

Barbara Berlusconi: «Media disumani, l'Italia in crisi ha bisogno di mio padre»

IL CONTAGIO A VILLA CERTOSA
Quest'ultima, ex dirigente del Milan, si difende a spada tratta dalle accuse di essere l'untrice del genitore. «Un trattamento disumano, quello che mi stanno riservando», ha spiegato. E ha aggiunto: «mi sono trovata su tutti i media come l'untrice ufficiale della persona a cui voglio più bene».
Ma andiamo con ordine ricostruendo le principali tappe dell'agosto in Sardegna di Silvio Berlusconi. Il primo campanello d'allarme suona il 10 di agosto. Quando nella villa a Porto Rotondo spunta un primo caso di positività.
Ecco il testo dell'sms che il nipote del Cavaliere ha inviato il 25 di agosto ad un amico: «Abbiamo avuto una persona in Certosa che era positiva. Tuttavia il mio medico di fiducia mi ha detto di non fare il tampone. Ormai sono passati 15 giorni ed anche io mi sento la febbre». Insomma il contenuto è chiaro. In sostanza già dal 10 di agosto il Covid-19, a discapito di controlli, esibizioni di certificati che attestassero la negatività di ospiti e personale, aveva fatto breccia nella villa di Berlusconi.
 

 

Due giorni dopo arriva alla Certosa Flavio Briatore. L'imprenditore 70enne, proprietario del Billionaire, scoprirà il 26 agosto di essersi ammalato. Ma non è tutto. Perché il 15 di agosto il padrone di casa, il presidente di FI, assieme alla compagna Marta Fascina e nessun altro familiare, organizza una festa in grande stile. Un centinaio di ospiti: tra cui - racconta chi c'era - «molte ragazze, rimaste a dormire nelle dependance della villa». Insomma l'ex premier aveva abbassato la guardia in un momento in cui in tutta la Costa Smeralda il coronavirus aveva incominciato a circolare come in nessun'altra zona d'Italia.
Il giorno successivo alla mega festa, arriva Barbara. È il 16 di agosto. Ha passato 5 giorni in barca tra Ponza e Capri. Nell'isola nel golfo di Napoli trascorre una serata in uno dei locali più esclusivi Anema e Core. Poco dopo l'arrivo in Sardegna la ragazza non si sente bene. Come lei la baby sitter che si occupa dei suoi figli. Alla fine il tampone dà esito positivo per entrambe.
Una notizia terribile. Il Cavaliere, a questo punto, capisce che Porto Rotondo non è un luogo sicuro per uno come lui, quasi 84enne e con problemi cardiaci risolti in passato.
Il 19 agosto perciò un allarmato Berlusconi lascia la villa.

I FIGLI DEL CAVALIERE
Intanto i positivi al covid-19 crescono in tutta la Costa Smeralda. I locali tra Porto Cervo e Porto Rotondo sono diventati un acceleratore dei contagi.
Discoteche della zona che i figli del Cavaliere questa estate non frequentano. Al Billionaire o al Phi Beach quasi sempre ad agosto Luigi Berlusconi presenzia in almeno un paio di serate. Non in quella del 2020. Discoteche a parte il più giovane dei figli dell'ex premier non rinuncia comunque ad una tappa nella costa nord orientale della Sardegna.
E così si arriva al 24 agosto, quando il 31enne Luigi risulta positivo. Un pit stop, così viene chiamato dai sanitari: i medici dell'unità di crisi del nord Sardegna tamponano ospiti e personale dello yacht Morning Glory, il veliero di Silvio Berlusconi, ancorato a Portisco. Il risultato non è confortante.
Adesso nella villa di Porto Rotondo in isolamento ci sono i due figli del leader di Forza Italia, Barbara e Luigi. Nel frattempo il padre è ricoverato al San Raffaele di Milano per una «polmonite bilaterale» allo stadio precoce.
 

Ultimo aggiornamento: 15:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA