Terremoto Campi Flegrei, cosa sta succedendo: «Le scosse dovute al sollevamento del suolo di 1 centimetro»

«Le stime e gli studi effettuati finora portano a una magnitudo massima di poco inferiore a 5 Md»

Il porto di Pozzuoli con i segni evidenti del bradisismo
Il porto di Pozzuoli con i segni evidenti del bradisismo
di Pasquale Guardascione
Mercoledì 17 Aprile 2024, 11:09 - Ultimo agg. 23 Maggio, 10:21
3 Minuti di Lettura

L'aumento della frequenza sismica nei Campi Flegrei preoccupa la popolazione. Nell’ultima settimana sono stati 242 i terremoti registrati, nella sola giornata di ieri sono stati rilevati ben 42 sisma. Prima la notte insonne e di paura dei residenti di Agnano Pisciarelli, poi, all’ora di pranzo, sono stati gli abitanti di Lucrino, Arco Felice, Bacoli e Monte di Procida ad avvertire nitidamente gli eventi tellurici con epicentro nel golfo di Pozzuoli

Cosa succede 

Perché aumentano le scosse? Mauro Di Vito, direttore dell'Osservatorio Vesuviano, prova a fare chiarezza: «Tra 9 e 10 aprile scorso abbiamo registrato un sollevamento del suolo di 1 centimetro alla stazione del Rione Terra.

Subito dopo la velocità di sollevamento sembra essere tornata ai valori precedenti registrati agli inizi dell'anno, anche se una stima più affidabile potremo farla soltanto con i dati delle prossime settimane. L'aumento della frequenza della sismicità di questi ultimi giorni è dunque riconducibile a questo salto di 1 centimetro tra il 9 e il 10 aprile. Un simile andamento, già verificatosi tra 21 e 23 settembre dello scorso anno, è stato registrato anche dalle altre stazioni geodetiche nei pressi del Rione Terra in un raggio di circa 2 km». 

Effetto bradisismo

Esiste una stretta correlazione, quindi, tra il sollevamento del bradisismo e la ripresa della sismicità. Il sollevamento del suolo registrato proprio nella zona del Rione Terra dalla sala di Napoli dell’Ingv è di circa 118.5 cm a partire da gennaio 2011, di cui circa 22.5 cm da gennaio 2023. «La media del sollevamento attuale è di 1 centimetro al mese, ci sono momenti di accelerazione e altri di decelerazione, un po’ come tra agosto e settembre dello scorso anno - continua Di Vito - L'energia sprigionata dalla magnitudo riguarda l’accumulo di stress, ci sono rocce che riescono ad assorbire bene il sollevamento e altre no, ma tutte le scosse di queste settimane rientrano nella media di quelle registrate finora nei Campi Flegrei. Una cosa è certa, comunque. Finché ci sarà sollevamento del bradisismo ci sarà anche sismicità». 

Video

Previsioni 

Resta solo da capire quale potrebbe la magnitudo massima nell'area flegrea. «Le stime e gli studi effettuati finora portano a una magnitudo massima di poco inferiore a 5 Md», rassicura il direttore dell'Osservatorio Vesuviano. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA