Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cimitero delle Fontanelle, sit in delle guide: «Un atto di amore per il rione Sanità»

Lunedì 14 Febbraio 2022
cimitero

Nel giorno di San Valentino hanno lanciato palloncini a forma di cuore per chiedere al Comune «un atto di amore per il quartiere Sanità» riaprendo al più presto il Cimitero delle Fontanelle, un patrimonio della città di Napoli chiuso da anni e che invece, quando era aperto al pubblico, attraeva migliaia di turisti nell'antico rione cittadino. Autrici dell'iniziativa le guide turistiche che chiedono la riapertura del cimitero che raccoglie i resti di 40mila persone, vittime della grande peste del 1656 e del colera del 1836.

 

«ll Cimitero - ha ricordato la consigliera comunale Alessandra Clemente presente all'iniziativa - che è un luogo simbolo del quartiere Sanità e che ha fortemente contribuito negli ultimi anni alla riqualificazione culturale della zona, è chiuso al pubblico da quasi due anni prima per l'emergenza sanitaria e poi per sopraggiunti problemi strutturali. In precedenza l'ossario accoglieva fino mille visitatori al giorno che generavano un importante indotto economico per i lavoratori del settore turistico».

Video

«Con cittadini ed associazioni - ha aggiunto la Clemente - abbiamo scelto per questa iniziativa il giorno di San Valentino per chiedere al Comune un atto di amore nei confronti della città, la riapertura al più presto del cimitero delle Fontanelle».

Ultimo aggiornamento: 15 Febbraio, 07:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA