Giro d'Italia, stop imbarco auto per le isole e sospensione per 5 ore dei collegamenti con Pozzuoli

Mercoledì 11 Maggio 2022
Giro d'Italia, stop imbarco auto per le isole e sospensione per 5 ore dei collegamenti con Pozzuoli

Il passaggio della carovana del «Giro d'Italia» per la tappa napoletana che si spingerà fino ai Campi Flegrei per omaggiare Procida capitale italiana della Cultura questo sabato comporterà delle conseguenze per i collegamenti marittimi per le isole di Ischia e Procida.

Di fatto la circolazione stradale a Pozzuoli e nelle aree limitrofe sarà chiusa a tutti i veicoli dalle 10.30 alle 17.30 tanto che anche lo svincolo di via Campana della Tangenziale e l'uscita della Variante Domiziana di Arco Felice saranno off limits nell'arco orario del passaggio della carovana rosa così che al porto di Pozzuoli, nell'arco orario del blocco stradale, non si potrà arrivare o ripartire se non a piedi.

Le compagnie di navigazione stanno provvedendo in queste ore ad avvisare la clientela della situazione: alcune hanno già annunciato la sospensione delle corse e collegamenti speciali da o per Napoli per bypassare il blocco dell'approdo flegreo che costituisce un importante hub per di collegamenti marittimo per le due isole. Per quanti avevano programmato di viaggiare per Ischia e Procida durante le ore del passaggio del Giro sarà utile consultare i siti ed i profili social delle compagnie marittime che collegano tali isole.

Video

Inoltre è stato prescritto lo stop all'imbarco e sbarco di auto, moto e ciclomotori nel porto di Pozzuoli tra le 10.40 e le 17 di sabato 14 maggio, in concomitanza con la tappa del Giro d'Italia . Lo stabilisce un'ordinanza del prefetto di Napoli, Claudio Palomba, adottata dopo aver sentito il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica. La decisione è stata motivata dalla considerazione che il transito degli atleti non consentirebbe ai veicoli sbarcati a Pozzuoli, nella fascia oraria indicata dall'ordinanza, di defluire regolarmente e in sicurezza, non essendo praticabile alcun varco o viabilità alternativa per uscire dalla zona interdetta.

Secondo le stime delle compagnie di navigazione, sarebbero state circa 200 le movimentazioni di imbarco e sbarco dei veicoli nella fascia tra le 10.40 e le 17, un numero che ha determinato la necessità di evitare il rischio di una congestione stradale con conseguenti ricadute sull'ordine e la sicurezza pubblica, la sicurezza stradale e il regolare svolgimento della corsa ciclistica, oltre ad assicurare il transito dei dispositivi di emergenza e soccorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA