Napoli, clochard alle porte del salotto buono della città: anche Chiaia sta diventando un dormitorio

Clochard in via Vittorio Imbriani, quartiere Chiaia
Clochard in via Vittorio Imbriani, quartiere Chiaia
di Emma Onorato
Sabato 27 Agosto 2022, 19:00 - Ultimo agg. 28 Agosto, 07:04
3 Minuti di Lettura

Clochard alle porte del salotto buono di Napoli. Ebbene sì, la storia si ripete, e stavolta non si tratta della Galleria Umberto, ma di via Vittorio Imbriani, la strada del quartiere Chiaia che costeggia il liceo Umberto. Qui, nella zona considera come la più chic di Napoli, un paio di vagabondi vivono da giorni in un angolo di marciapiede. Sono accampati a terra su dei ritagli di cartone e coperti da una piccola coperta di cotone. Hanno pochi oggetti con sé, giusto un ombrello per ripararsi dai temporali estivi, una sedia sporca e traballante, e qualche busta di plastica. I senza fissa dimora si trovano a due passi da Expert - il punto vendita specializzato in elettronica - e a pochi metri dal tipico via vai dei baretti di San Pasquale che per ora, con la pausa vacanziera di mezzo, sembra non aver ripreso ancora a pieno ritmo il suo flusso costante. E intanto, mentre la città è pronta ad accogliere il grande rientro previsto per il fine settimana, la zona di Chiaia è come avvolta in un silenzio assordante. Un silenzio dove sprofonda chi, purtroppo, sembra essere stato dimenticato, o forse solo momentaneamente abbandonato e condannato a vivere in questo stato indecoroso, caratterizzato, da scarse condizioni igieniche e una spiccata solitudine. 

Una questione che resta delicata nonostante siano già stati messi in campo diversi interventi da parte del Comune per offrire nuovi luoghi di accoglienza, dormitori, ma anche la possibilità di garantire loro quei servizi per la cura della persona - come ad esempio un pasto caldo, docce e bagni - considerati basilari per ripristinare dignità e decoro. 

Video

L’emergenza legata alla povertà è un tema che non va mai in vacanza. Purtroppo gli aiuti sembrano non essere ancora sufficienti a coprire il gran numero di clochard presenti sul territorio partenopeo. Ebbene l’estate di certo non può essere considerare una stagione lieta per chi, come i clochard, si rifugia sul ciglio di un marciapiede. Un marciapiede, in via Vittorio Imbriani, alle porte del salotto buono di Napoli. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA