Napoli Est, sottopasso da riaprire e sicurezza a San Giovanni: sos della Municipalità

Napoli Est, sottopasso da riaprire e sicurezza a San Giovanni: sos della Municipalità
di Alessandro Bottone
Venerdì 16 Settembre 2022, 20:01
4 Minuti di Lettura

Sicurezza pubblica e rigenerazione urbana sono al centro del dibattito del Consiglio della Municipalità di Napoli Est che ha posto l'attenzione sulla necessità di rendere fruibile l'area pedonale di via Martirano a San Giovanni a Teduccio e di recuperare il sottopasso di Ponticelli, da anni in condizioni di abbandono e inutilizzabile.

Video

Con un primo ordine del giorno i consiglieri hanno invitato la giunta municipale e gli altri organi comunali competenti a valorizzare l'area pedonale in via Bernardino Martirano su cui insistono due scuole, l'hub di imprese digitali e realtà associative. Parliamo dello spazio pubblico interessato nel 2020 dai lavori decisi dalla passata amministrazione municipale con i quali sono stati eliminati i dissuasori esistenti, è stata ripristinata la recinzione danneggiata ed è stato installato un cancello carrabile che - a ben vedere - resta quotidianamente aperto. I consiglieri evidenziano lo stato di abbandono e degrado e i problemi di sicurezza «non garantita e costantemente oltraggiata dalla forte e costante presenza di scorribande di auto e motorini sia in orario scolastico che antimeridiano», si legge nel documento approvato in Consiglio nel quale, altresì, viene evidenziato che «l'unica telecamera presente è stata vandalizzata da molti anni». Dunque, i consiglieri hanno chiesto che sia emessa una specifica ordinanza che regoli l'area pedonale, l'installazione di dissuasori mobili e di sette videocamere di sorveglianza. Inoltre, hanno sottolineato l’importanza di regolamentare l'accesso dei veicoli che attualmente utilizzano lo spazio come area di sosta. Altresì chiedono di riqualificare lo spazio con verde, elementi di arredo urbano e migliore illuminazione. Esigenze che sono emerse dal sopralluogo del consigliere Daniele Simonetti (Partito Democratico), promotore dell'ordine del giorno, insieme all'assessore comunale con deleghe alla legalità e alla sicurezza, Antonio De Iesu, e ai rappresentanti degli uffici competenti.

L'altro documento discusso dalla Municipalità di Napoli Est riguarda l'infrastruttura di Ponticelli da anni inutilizzata e inagibile. Il sottopasso - accessibile da via Fuortes e da via Sallustro - è stato realizzato negli anni della “ricostruzione” post terremoto del 1980 con l'intento di smaltire il traffico di veicoli lungo via De Meis. Chiuso per problemi di sicurezza, il tunnel è stato progressivamente abbandonato ed è ormai visitato soltanto dai tossicodipendenti come testimoniato dalla presenza di centinaia di siringhe. Rifiuti ed erbacce peggiorano le condizioni. I consiglieri - riprendendo il documento preparato dalle commissioni municipali con deleghe al PNRR e ai lavori pubblici - chiedono alla giunta comunale di trovare le risorse economiche utili a recuperare e riutilizzare l'infrastruttura in vista del progetto di rigenerazione urbana che riguarderà via Fuortes, ovvero il nuovo "eco-quartiere" che nascerà con il progressivo smantellamento del "campo bipiani", il complesso di casette in amianto ancora occupate da numerose famiglie. Difatti, si prevede di realizzare una strada-parco con la rigenerazione di via Isidoro Fuortes, di cui si riduce la carreggiata, rendendola cerniera tra le nuove abitazioni, gli spazi verdi e le aree comuni.

Entrambi gli interventi necessitano di un’adeguata copertura economica. La Municipalità di Napoli Est – guidata da Sandro Fucito - sta portando avanti un dialogo con la giunta comunale guidata da Gaetano Manfredi affinché ci sia sempre più attenzione alle problematiche e alle esigenze di un territorio vasto e complesso che, già attraverso i progetti approvati finora, beneficerà di diversi milioni di euro in opere di rigenerazione urbana così come di recupero del verde e di spazi pubblici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA