Cuma, crolla un pezzo di muro della cinta difensiva di Aristodemo

Lunedì 27 Settembre 2021 di Antonio Cangiano
Cuma, crolla un pezzo della cinta difensiva di Aristodemo

Non è un semplice muro di contenimento, e neppure una muratura a secco realizzata da qualche contadino a difesa del proprio orticello, ma sono i resti di un' antichissima cortina difensiva risalente al VI secolo a.C.

Stiamo parlando delle mura meridionali dell'antica città di Cuma, la più settentrionale delle città della Magna Grecia, visibili in parte, percorrendo via Arco Felice Vecchio, nei Campi Flegrei.

Video

Purtroppo, il monumento, che ricade all'esterno del Parco archeologico, è stato vittima di un recentissimo crollo, dovuto all'abbandono e all'incuria: diversi conci di tufo, rimangono rovinati a terra, sull'asfalto.

Da tempo, la cortina muraria, realizzata in tre filari di blocchi di tufo giallo messi in opera con tecnica isodoma (blocchi di tufo di uguali dimensioni, disposti regolarmente), voluta dal tiranno Aristodemo per garantire una maggiore difesa dell'abitato a seguito della famosa battaglia del 506 a.C., combattuta e vinta dai Cumani contro gli Etruschi, attende un intervento di consolidamento e restauro che stenta ad arrivare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA