Scarti, plastica bruciata ed eternit:
scoperta discarica nel Nolano

Domenica 28 Febbraio 2021 di Nello Lauro
Scarti, plastica bruciata ed eternit: scoperta discarica nel Nolano

Rifiuti di risulta, resti di materiale plastico bruciato e sopratutto amianto. E' quanto scoperto dalle guardie zoofile e venatorie della Lipu, coordinate da Giuseppe Salzano, durante un servizio di controllo del territorio nel Nolano mirato a debellare fenomeni di bracconaggio e maltrattamento agli animali. Questa volta i volontari, in zona Boscofangone nel territorio del comune di Nola, si sono imbattuti in un’ampia area adibita a discarica di oltre cento metri quadrati di superficie.

Discarica tossica nel parco del Vesuvio: la denuncia e il sequestro

Le guardie della Lipu hanno segnalato la discarica al comune di Nola ed all’Agenzia Regionale di Protezione Ambientale chiedendo l’urgente intervento per la rimozione dei rifiuti e il ripristino dello stato dei luoghi, vista anche la presenza delle lastre di eternit spaccate in più punti e per questo particolarmente pericolose per la salute dell'uomo e dell'ambiente. E' l'ennesima discarica a cielo aperto in un'area in cui ci sono diversi terreni coltivati. 

“E’ ormai raro non trovare discariche durante il pattugliamento in natura – afferma Fabio Procaccini, delegato della Lipu di Napoli - ovunque gli scellerati ne approfittano per ferire e violare la nostra già sofferente natura. Ringraziamo il Comune e l’Agenzia Regionale per ciò che faranno ma condanniamo tutti coloro che ancora uccidono l'ambiente”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA