Napoli. Galleria Umberto nel caos: «Noi, in preda alle baby gang»

ARTICOLI CORRELATI
di Oscar De Simone

4
  • 179
Ancora una notte di degrado tra le mura della galleria Umberto I di Napoli. A nulla sembrano essere servite le denunce dei cittadini che - in quest'ultimo periodo - più volte hanno segnalato lo stato di emergenza in cui ormai ogni notte versa il monumento del XIX secolo. Decine di video sono stati girati dai residenti e da chi solitamente frequenta il posto. Ma a quanto pare, mostrare queste immagini e renderle note a tutti, è servito a ben poco.
Le scorribande dei ragazzini continuano e sembrano essere sempre più fuori controllo. «Più volte abbiamo chiesto interventi decisi per rendere questi spazi sicuri durante la notte» commentano i cittadini, «ma nulla è stato fatto. Dalle 22 in poi c'è il coprifuoco e scendere in strada è diventato impossibile. Ci sentiamo abbandonati. Ormai il centro storico è in balia di teppisti e baby gang».
Venerdì 9 Settembre 2016, 10:09 - Ultimo aggiornamento: 8 Settembre, 09:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2016-09-10 10:05:33
In un altro articolo de Il Mattino leggo che negli istituti penitenziari minorili italiani su 503 detenuti oggi ospitati, al netto di 224 stranieri, sono attualmente reclusi 279 italiani. Ma di questi, soltanto 40 provengono dal Centro e dal Nord, mentre gli altri 239 sono tutti giovani del Sud. E non pochi sono divenuti da poco maggiorenni ma continuano a stare fra i minori per terminare di scontare la pena avuta quando erano minorenni. Altrove leggevo che ormai le famiglie criminali si godono i molti soldi accumulati investendo in negozi ed altre attività legali. I baby boss, così, agiscono liberamente.
2016-09-09 12:21:26
Purtroppo non è il caso di scherzare o fare ironia sulla tragedia Napoli, unica al mondo.
2016-09-09 12:19:46
Quando le denunce alle cosiddette autorità dell'ordine pubblico non hanno esito,si cambia autorità,si va in Procura della Repubblica e si denunciano le cosiddette autorità preposte - si fa per dire! - all'ordine pubblico, così avranno modo di chiarire il loro comportamento davanti al magistrato. Più chiaro di così! Purtroppo, a causa non solo dei teppisti, Napoli rotola in un precipizio senza fine.
2016-09-09 10:20:12
State senza pensiero, tra poco metteranno l'albero di Natale e questi "ragazzi" potranno divertirsi meglio ...

QUICKMAP