Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, Rione Traiano: rimossi i rifiuti tossici da via Lattanzio

Mercoledì 22 Giugno 2022 di Emiliano Caliendo
Napoli, Rione Traiano: rimossi i rifiuti tossici da via Lattanzio

Completata la bonifica dell'area di via Lattanzio, al Rione Traiano, che dagli inizi di maggio è stata oggetto di ben tre roghi di rifiuti tossici (per la precisione scarti di lavorazione industriale), sversati illegalmente da ignoti. Gli incendi appiccati hanno interessato anche i cassonetti dei rifiuti ordinari, rimossi dall'area poco dopo, generando una vera e propria minidiscarica.

Video

Dopo la denuncia della Municipalità, l'area è stata sottoposta a sequestro dalla Procura fino a che l'Arpac non ha effettuato i rilievi che hanno consentito agli operatori e ai mezzi di Asia e della ditta Progest di intervenire smaltendo i materiali tossici - e non solo - accumulatosi in più di un mese. Un risultato tardivo, arrivato a seguito delle numerose segnalazioni alle autorità competenti da parte dei condomini del civico 20 di via Lattanzio, di padre Giuseppe Carulli della Parrocchia Maria Immacolata Della Medaglia Miracolosa, del consigliere comunale Luigi Carbone (Europa Verde) e dei consiglieri di municipalità Franco Luongo, Ugo Patierno e Maurizio Lezzi. Per prevenire che criminali senza scrupoli per la salute dei cittadini tornino a scaricare rifiuti pericolosi, poi pedissequamente incendiati forse da piromani, i condomini della palazzina al civico 20, insieme ad altri abitanti del quartiere, grazie all'aiuto di don Giuseppe, hanno deciso di autofinanziarsi per acquistare una telecamera di sicurezza.

Ultimo aggiornamento: 23 Giugno, 11:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA