Marano, Tony morto di infarto a 41 anni:
il ricordo commosso di Luca Sepe

Giovedì 20 Gennaio 2022
Luca sepe e tony boemio

«Questo non è un personaggio famoso… e neanche un grande professionista che devo ringraziare per qualcosa che ha fatto per me». Inizia così il post pubblicato su Facebook da Luca Sepe, cantautore, comico e speaker napoletano, in ricordo di Tony Boemio, 41enne di Marano stroncato da un infarto.

«Circa 15 anni fa l’ho conosciuto come mio radioascoltatore, ma da subito capimmo che il nostro rapporto sarebbe diventato qualcosa di più, fino al punto in cui si era insediato per bontà, per carattere per unicità nel mio cuore, assieme alla sua meravigliosa famiglia». Un rapporto, quello tra l'uomo e l'artista, nato per puro caso ma trasformatosi subito in un sentimento forte e genuino. «Inutile cercare un “perchè” - continua il cantautore - o un “come”, so solo che la mia vita non sarà più la stessa senza i tuoi messaggi quotidiani…senza la tua originale vena comica che avevo addirittura portato con me in radio, nelle rubriche L’almanacco e Cinebabà che tu scrivevi».

Video

Un'amicizia nata dunque grazie alla radio, mezzo che da sempre riesce ad unire le persone seppur a distanza: «Ti dissi che ero fiero di considerarti tra quegli amici veri che si contano sulle dita di mezza mano…e ora sono qui a ripetertelo certo che le mie parole e le mie lacrime ti arriveranno sin lassù… gettami uno sguardo da lì angelo mio, ne ho tanto bisogno in questo momento…mi manchi e nemmeno immagino quanto mi mancherai».

«Mi faccio un pizzico di forza - conclude Sepe - sapendo che prima o poi ti riabbraccerò…fino ad allora, chiedi a Mango di cantarti tutte le canzoni che desideri…ora puoi farlo…e rompi le palle a tutti gli altri con le tue pessime battute, perché se ti è possibile, quelle buone, vorrei le facessi arrivare a me come hai sempre fatto…magari mi vieni in sogno». Numerosi i messasggi di cordoglio da parte di familiari e conoscenti sui social, scritti in queste ore sul profilo social del compianto 41enne.

© RIPRODUZIONE RISERVATA