Aria Film Fest a San Sebastiano al Vesuvio dal 22 al 24 settembre: il festival del cinema ecosostenibile

Aria Film Fest a San Sebastiano al Vesuvio dal 22 al 24 settembre: il festival del cinema ecosostenibile
Martedì 20 Settembre 2022, 20:16
4 Minuti di Lettura

La manifestazione, sostenuta dalla città metropolitana di Napoli, ha un obiettivo preciso: dimostrare che anche le produzioni e gli eventi connessi al mondo dell’audiovisivo possono seguire protocolli di ecosostenibilità, premiando gli autori che si impegnano per raggiungere gli stessi scopi con le proprie produzioni. San Sebastiano al Vesuvio ospita la prima edizione di Aria Film Festival, il festival del cinema ecosostenibile con la direzione artistica di Alex Marano. Proiezioni dei corti in concorso, ospiti, talk con associazioni per tracciare linee guida e strategie d’azione per il cambiamento e anche uno spazio per gli autori per esporre i propri progetti davanti a produttori e distributori, animeranno la tre giorni nel parco urbano di via Panoramica a San Sebastiano al Vesuvio, dal 22 al 24 settembre.

«Siamo lieti di ospitare nel parco urbano di via Panoramica l'Aria Film Festival che conclude la Rassegna del verde 2022. Il festival sarà affiancato dalle Giornate della legalità di decennale tradizione, che quest'anno saranno caratterizzate anche dalla presenza di Forum sull'ambiente coordinati dall'avvocato Luca Monsurrò in collaborazione con il nostro Liceo "Di Giacomo", diretto dalla professoressa Fabrizia Landolfi. A seguire ospiterà delle giornate di avvicinamento dei giovani al cinema in collaborazione con l'assessorato regionale guidato da Lucia Fortini», ha dichiarato Giuseppe Panico, sindaco di San Sebastiano al Vesuvio.

«Io credo che questo tipo di iniziative siano essenziali. Il cinema può e deve contribuire a sensibilizzare le persone nella tutela dell’ambiente. La stessa industria cinematografica è ancora troppo inquinante. Il mio augurio è che iniziative come Aria Film Fest servano a indurre i protagonisti del cinema, ovvero autori, registi, produttore a rendere i set più green pretendendo l'applicazione di quei protocolli ecosostenibili che già di fatto esistono e che prevedono, per esempio, l’utilizzo di un green manager ovvero una figura che si assicuri che siano rispettati tutta una serie di criteri come la raccolta differenziata, che non ci siano sprechi d'acqua o alimentari, che non siano utilizzate bottiglie di plastica e tanto altro», ha commentato Alex Marano, direttore artistico del Festival.

Aria Film Fest, aperto ad autori nazionali e internazionali, ha visto in concorso oltre duecento cortometraggi provenienti da vari paesi europei. Sono quattro le giurie coinvolte. La giuria popolare che assegnerà il “Premio del pubblico”. La giuria di esperti, composta dalla sceneggiatrice Ippolita di Majo, dall’attore Francesco di Leva, dal regista Sidney Sibilia, dall’attore Adriano Pantaleo, dal produttore Luciano Stella e dal giornalista Capo cultura e spettacoli al Corriere del mezzogiorno Vanni Fondi, che assegnerà il premio per il “Miglior film”. La giuria green, composta da rappresentanti delle associazioni ambientaliste partner del Festival, che assegnerà il premio “Miglior corto green”. Il Comitato della piattaforma WeShort assegnerà il Premio WeShort, ovvero un abbonamento 4Life alla piattaforma e un contratto di distribuzione.

Video

Il Festival sarà così organizzato: 22 e 23 settembre ore 19:30 aprono la serata giovani allievi del conservatorio San Pietro a Majella a seguire proiezione dei film finalisti che saranno valutati dalla giuria popolare, ovvero dal pubblico presente e format “Nuovo cinema Breve” in collaborazione con WeShort proiezioni e talk. Ospite musicale della serata iniziale Tommaso Primo, della seconda serata il gruppo Licosa. A condurre Katia Manna, speaker di radio Punto nuovo, e Maria Silvia Malvone di radio Kiss kiss Italia.

Il 24 settembre, dalle 19:30, ci saranno tutte le altre premiazioni e le proiezioni dei corti vincitori. Live del cantautore Francesco Di Bella. A condurre la serata sarà lo stand up comedian Vincenzo Comunale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA