CORONAVIRUS

Sorrento, Paolo Jorio è il nuovo direttore del Museo Correale di Terranova

Sabato 16 Gennaio 2021
Cultura

 Paolo Jorio è il nuovo direttore del museo Correale di Terranova. Succede a Filippo Merola, scomparso il 12 dicembre scorso, dopo aver guidato la struttura sorrentina per oltre vent’anni. La nomina è stata decisa dal consiglio di amministrazione presieduto da Gaetano Mauro. Paolo Jorio, 63 anni, giornalista, regista e museologo, è già direttore del museo del Tesoro di San Gennaro e del Filangieri, nonché componente del consiglio di amministrazione del Museo Correale. L’incarico avrà la durata di 5 anni. «Adotterò una visione meno conservativa e più espositiva – spiega Paolo Jorio -. Merola era un mio amico e ha fatto un gran lavoro, adesso c'è bisogno di una ristrutturazione di tutto il museo, con il ripensamento degli spazi. Penso a nuovi allestimenti, a illuminazioni più suggestive e a percorsi espositivi che mettano in evidenza i pezzi di maggior richiamo».

Il nuovo direttore si propone obiettivi ambiziosi. «Vorrei almeno raddoppiare gli ingressi pre-Covid, il Museo Correale è un museo dalle grandi potenzialità, dovrebbe staccare almeno 60-70mila biglietti all'anno, e non solo di turisti stranieri». Il Museo Correale, inaugurato nel 1924, conta 24 sale espositive distribuite su quattro piani. Ha un patrimonio di 10.000 opere d'arte, dai reperti archeologici all'intarsio sorrentino, dal manierismo napoletano del '500 ai dipinti della Scuola di Posillipo, dagli arredi storici alle porcellane del 700. In media, prima della pandemia, registrava circa 12mila ingressi all'anno, per lo più turisti tedeschi e inglesi.
Paolo Jorio è anche presidente del Distretto di Napoli “Via Duomo, La strada dei Musei”, che comprende il Museo Madre, il Complesso dei Girolamini, il Pio Monte della Misericordia, il Museo Civico Filangieri, il Museo del Tesoro di San Gennaro, il Museo Donna Regina Diocesano e l’ Archivio Storico Banco di Napoli.

Ultimo aggiornamento: 12:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA