L’ospitalità come risorsa: a Napoli
il primo «Home Sharing Day»

Venerdì 21 Febbraio 2020 di Cristina Cennamo
Ingresso libero per la  prima giornata dell’Home Sharing a Napoli, prevista per il 27 febbraio. L’home sharing è la pratica di condividere la propria casa con turisti e viaggiatori che vogliono soggiornare in città per periodi brevi. Ne discuteranno nel meraviglioso scenario di Casa Tolentino alcuni fra i migliori esperti del settore. L’incontro gratuito prevede un breve dibattito, una guida alla dichiarazione dei redditi e consulenze individuali. Nel dibattito si parlerà anche dei grandissimi risultati di Napoli e della Campania nel turismo extra-alberghiero con un boom di locazioni brevi, case vacanze e bed&breakfast. L’evento è rivolto sia a chi ha già una attività turistica che a chi desidera avviarla, mettendo a reddito il proprio immobile.
L’evento ha una elevata attenzione all’aspetto sociale del turismo, capace di creare occasione di emancipazione e riscatto attraverso l’inserimento lavorativo nel settore turistico. Non a caso, la location dell’Home Sharing Day è una struttura ricettiva modello gestita da una cooperativa sociale. Durante la manifestazione, verrà inoltre presentato il progetto B&B Like Your Home, nato per offrire nuove opportunità di occupazione e di reddito ai giovani con disabilità o con esigenze speciali (celiachia, allergie, intolleranze alimentari etc) coadiuvati dalle loro famiglie, disponibili ad ospitare tutti i turisti e in special modo quelli che necessitino di strutture adeguate alle loro esigenze.
Tra gli speaker: Domenico Palladino (giornalista e scrittore), Mario Morra (property manager), Cetty Ummarino (network manager), Mikaela Hillerstrom (avvocato e socio fondatore Taxbnb), Sergio Lombardi (commercialista e socio fondatore Taxbnb). © RIPRODUZIONE RISERVATA