Napoli, le Fiamme Oro incontrano gli studenti di Ponticelli

Martedì 10 Maggio 2022 di Diego Scarpitti
Alessandro Giuliano

«La legalità è un affare di tutti». Il questore di Napoli, Alessandro Giuliano, così ha risposto alle domande degli studenti dell’istituto di istruzione superiore «Sannino-De Cillis», nell’ambito di un incontro organizzato dal dirigente scolastico Angela Mormone. E naturalmente non potevano mancare le Fiamme Oro nella scuola di Ponticelli.

Giulia Caggiano, Manuel Parlati, Ciro De LucaCarmine Di Loreto, Luigi Centracchio, fratello della judoka Maria, bronzo olimpico a Tokyo 2020 e protagonista del libro «Cadi sette volte, rialzati otto», hanno preso parte all’interessante iniziativa dal titolo «Formazione al lavoro e alla legalità».

 

Gli atleti in tuta cremisi si sono resi anche protagonisti con una esibizione sul tatami, allestito per l’occasione nel cortile della scuola, dove gli agenti della Polizia scientifica, attraverso la riproduzione di una scena del crimine, hanno illustrato tecniche di ricerca, modalità di acquisizione delle tracce e successive analisi di laboratorio, mentre le unità cinofile dell’ufficio prevenzione generale hanno effettuato una breve esercitazione. Sono intervenuti Massimo Parlati, tecnico della Nazionale italiana universitaria di judo e il vice questore Eugenia Sepe.

«È bello esserci sempre nelle scuole del territorio con i nostri campioni, ragazzi con sani valori che si mostrano da esempio per le giovani generazioni. E lo sport si conferma una leva di rilancio e strumento di riscatto, improntato alle regole e ai dettami del vivere civile. Le Fiamme Oro sono parte di Napoli e sono a disposizione della collettività», ha dichiarato l'ispettore Luca Piscopo, coordinatore tecnico delle Fiamme Oro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA