L'allarme dei servizi segreti: per l'Italia lo spettro greco

Venerdì 13 Dicembre 2013 di Antonio Manzo

L’allarme gi pi di una preoccupazione: la protesta dei forconi durer a lungo, pur non avendo, finora, un’unica regia ma contando solo su un intreccio di movimenti e sigle di diversa natura, alcuni dei quali genuinamente popolari ma altri di preoccupante natura estremista gi infiltrati nelle proteste di piazza: frange antieuropeiste, come i filonazisti di Alba Dorata in Grecia, e da poco presenti anche ufficialmente in Italia, o quelle anarco-insurrezionaliste del Fai italiano strutturalmente collegato a quel Nucleo greco Olga (il nome dell’anarchica greca detenuta ad Atene). Non solo, ma anche Forza Nuova, Casapound e Centri sociali (molto presente quello di Torino Askatasuna), sugli stessi marciapiedi e nelle stesse piazze, così come gli ultras di Juve e Toro uniti sulla stessa barricata, nella piazza di Torino, all’assalto del palazzo comunale. «Molti stanno strumentalizzando la sigla Forconi» si affretta a dire Mariano Ferro, leader storico dei Forconi siciliani.
Ultimo aggiornamento: 13:15