CORONAVIRUS

Bollettino Coronavirus ieri 5 marzo 2021: 24.036 casi e 297 morti, Lombardia ancora oltre i 5.000 contagi, record in Emilia

Venerdì 5 Marzo 2021
Bollettino Coronavirus oggi 5 marzo 2021: 24.036 casi e 297 morti, Lombardia ancora oltre i 5.000 contagi, record in Emilia

Il bollettino del Coronavirus in Italia di ieri 5 marzo 2021 registra ancora numeri preoccupanti: 24.036 casi e 297 morti. In Italia sono stati superati i 3 milioni di casi da inizio epidemia: 3.023.129. Lombardia, Emilia, Campania, Piemonte le regioni con il più alto livello di contagi. Sono 2.525 i pazienti in terapia intensiva per il Covid-19 in Italia, 50 in più rispetto al giorno prima nel saldo quotidiano tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri in rianimazione, secondo i dati del ministero della Salute, sono 222 (ieri erano 232). Nei reparti ordinari ci sono invece 20.374 persone, in aumento di 217 unità rispetto al giorno precedente.

CLICCA QUI o sulla tabella per scaricare il bollettino in Pdf

Lombardia, 5.210 casi e 61 morti

Sono ancora sopra quota 5.000 i nuovi casi in Lombardia: i positivi sono infatti 5.210 con 57.154 tamponi effettuati con il tasso di positività in leggero calo al 9.1% (ieri 9.6%). Sessantuno i morti.  Aumentano sia i ricoverati in terapia intensiva (+11, 543) che negli altri reparti (+69, 4.804). I decessi sono 61 per un totale complessivo di 28.638 morti in regione dall'inizio della pandemia. Milano è la provincia più colpita con 1.593 nuovi positivi di cui 655 a Milano città, seguita da Brescia (1.122), Monza e Brianza (470), Bergamo (370), Varese (336), Como (332), Cremona (207), Mantova (188), Lecco e Lodi (67) e Sondrio (54). 

Emilia Romagna, 3.246 casi

Record assoluto di nuovi contagi giornalieri in Emilia- Romagna da inizio pandemia, che schizzano oltre i tremila. Superato l'altro picco registrato finora che era di 2.822 il 15 novembre 2020, apice della cosiddetta seconda ondata di Covid-19. Il bollettino della Regione evidenzia che le nuove positività sono per la precisione 3.246 rilevate da 42.699 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. La maglia nera dei nuovi contagi va ancora a Bologna (753 più 114 del circondario imolese), seguita da Modena con 701 nuovi casi. Entrambe le province sono state dichiarate zona rossa da ieri.

Campania, 2.842 casi e 13 morti

Sono 2.842 i casi di coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania (di cui 341 casi identificati da test antigenici rapidi. I sintomatici sono 215. I tamponi del giorno sono 25.327 (di cui 4.401 antigenici). La percentuale di tamponi positivi sul totale dei tamponi processati è pari all'11,22%. Il totale dei positivi in Campania dall'inizio dell'emergenza coronavirus è 279.818, i tamponi complessivamente analizzati sono 3.041.179 (di cui 127.131 antigenici). Sono 13 i nuovi decessi inseriti nel bollettino odierno diffuso dall'Unità di crisi della Regione Campania, 8 dei quali avvenuti nelle ultime 48 ore e 5 avvenuti in precedenza, ma registrati ieri. Il totale dei decessi registrati in Campania da inizio pandemia è 4.427. Sono 577 i nuovi guariti: il totale dei guariti è 190.181. In Campania sono 140 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva, 1.358 quelli ricoverati in reparti di degenza.

Piemonte, 2.283 casi e 24 morti

Anche oggi oltre 2.000 casi di positività al Covid in Piemonte: sono 2.283, ma il tasso è del 6%, la metà rispetto a quello di ieri, perché i tamponi diagnostici processati di cui dà notizia l'Unità di crisi regionale sono 37.508, contro i 17.984 di ventiquattr'ore prima (con 2.167 positivi). In lieve calo i ricoverati in terapia intensiva: -3 rispetto a ieri, il totale scende a 185. Ancora in aumento invece i pazienti negli altri reparti: +52, in totale 2.223. I morti 24 (di cui 5 registrati oggi), le persone in isolamento domiciliare 18.080. I guariti +915, il totale degli «attualmente positivi» risale oltre quota 20 mila: sono 20.488.

 

 

Lazio, 1.525 casi e 19 morti

Su oltre 16mila tamponi (+2.791) e oltre 22mila antigenici per un totale di oltre 38mila test, si registrano 1.525 casi positivi (-177), 19 decessi (-3) e +987 guariti.

 

 

Veneto, 1.505 casi e 25 morti

Un altro balzo di 1.500 nuovi contagi (esattamente 1.505) nel report sul Covid in Veneto, Il bollettino della Regione segnala anche 25 decessi nelle ultime 24 ore. In due giorni la regione ha registrato quasi 3.000 positivi in più. Il totale degli infetti dall'inizio dell'epidemia sale a 339.742, quello dei morti a 9.936. Negli ospedali sono ricoverati nei reparti ordinari 1.206 malati (+4), mentre nelle terapie intensive sono 153 (-3) i letti occupati da pazienti Covid. 

Puglia, 1.418 casi e 19 morti

Su 10.530 test per l'infezione da Covid-19 sono stati registrati oggi in Puglia 1.418 casi positivi (il 13,47% dei test) e 19 decessi. I nuovi casi di positività sono così suddivisi: 610 in provincia di Bari, 64 in provincia di Brindisi, 93 nella provincia BAT, 169 in provincia di Foggia, 198 in provincia di Lecce, 273 in provincia di Taranto, 3 casi di residenti fuori regione. 8 casi di provincia di residenza non nota. I decessi sono avvenuti: 9 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 2 in provincia BAT, 1 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce, 3 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.603.289 test. 114.497 sono i pazienti guariti. 34.250 sono i casi attualmente positivi.

 

 

Toscana, 1.231 casi e 11 morti

Continua a salire il numero dei pazienti Covid ricoverati negli ospedali toscani, anche nelle terapie intensive. Nelle ultime 24 ore registrati 34 in più che portano il numero complessivo a 1.236 ricoverati di cui 183 in terapia intensiva, 10 in più rispetto a ieri. Si registrano anche 11 nuovi decessi: si tratta di 6 uomini e 5 donne con un'età media di 80,8 anni. Il numero dei pazienti Covid deceduti da inizio pandemia è oggi 4.761. Sono invece in totale 161.803 i casi di positività con i 1.231 contagi registrati nelle ultime 24 ore. I nuovi casi - con un'età media di 43 anni circa (il 21% ha meno di 20 anni, il 21% tra 20 e 39 anni, il 33% tra 40 e 59 anni, il 19% tra 60 e 79 anni, il 6% ha 80 anni o più) - sono lo 0,8% in più rispetto al totale del giorno precedente.

Effettuati 15.165 tamponi molecolari e 10.176 tamponi antigenici rapidi: il 4,9% è risultato positivo, dato in calo rispetto a ieri. Sono invece 12.811 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 9,6% è risultato positivo. I guariti crescono dello 0,6% e raggiungono quota 136.890 (84,6% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi 20.152, +2,3% rispetto a ieri. Riguardo alle singole province Firenze ha registrato 279 casi in più rispetto a ieri, Pistoia 202, Lucca 152, Arezzo 120, Prato 110, Siena 101, Pisa 91, Livorno 69, Grosseto 54, Massa Carrara 53. Complessivamente, 18.916 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (415 in più rispetto a ieri, più 2,2%). Sono 41.542 (504 in più rispetto a ieri, più 1,2%) le persone, anch'esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

Friuli, 575 casi e 12 morti

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 6.896 tamponi molecolari sono stati rilevati 575 nuovi contagi con una percentuale di positività del 8,34%. Sono inoltre 3.234 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 248 casi (7,67%). I decessi registrati sono 12; i ricoveri nelle terapie intensive sono 64, mentre quelli in altri reparti risultano essere 396. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 2.888, con la seguente suddivisione territoriale: 646 a Trieste, 1.451 a Udine, 598 a Pordenone e 193 a Gorizia. I totalmente guariti sono 63.200, i clinicamente guariti 2.141, mentre le persone in isolamento oggi risultano essere 10.933.

Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 79.622 persone con la seguente suddivisione territoriale: 15.083 a Trieste, 37.069 a Udine, 17.109 a Pordenone, 9.448 a Gorizia e 913 da fuori regione. Nel dettaglio dei dati odierni sul Covid-19 in Friuli Venezia Giulia, nel settore delle residenze per anziani sono stati rilevati due casi positività tra le persone ospitate nelle strutture regionali; altrettanti casi sono stati registrati tra gli operatori sanitari all'interno delle stesse strutture. Sul fronte del Sistema sanitario regionale da registrare nell'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale la positività al Covid di un medico, due operatori socio sanitari e due infermieri; nell'Azienda sanitaria Friuli occidentale di un terapista della riabilitazione.

Abruzzo, 473 casi e 8 morti

Sono complessivamente 56503 (il totale risulta inferiore in quanto è stato sottratto un caso comunicato nei giorni scorsi e risultato essere in carico ad altra Regione) i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall'inizio dell'emergenza. Rispetto a ieri si registrano 473 nuovi casi (di età compresa tra 7 mesi e 98 anni). I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 90, di cui 17 in provincia dell'Aquila, 38 in provincia di Pescara, 18 in provincia di Chieti e 17 in provincia di Teramo. Lo comunica l'Assessorato regionale alla Sanità. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 8 nuovi casi e sale a 1766 (di età compresa tra 66 e 90 anni, 1 in provincia di Chieti, 4 in provincia di Teramo, 1 in provincia di Pescara e 2 in provincia dell'Aquila).

Del totale odierno, 4 casi sono riferiti a decessi avvenuti nei giorni e comunicati solo oggi dalle Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 41621 dimessi/guariti (+427 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 13116 (+37 rispetto a ieri). Dall'inizio dell'emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 769283 tamponi molecolari (+4863 rispetto a ieri) e 281304 test antigenici (+10168 rispetto a ieri). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 3.1 per cento. Sono 657 i pazienti (+6 rispetto a ieri) ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 87 (+2 rispetto a ieri con 5 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 12372 (+29 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Del totale dei casi positivi, 13626 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+93 rispetto a ieri), 14212 in provincia di Chieti (+130), 14888 in provincia di Pescara (+187), 13166 in provincia di Teramo (+58), 439 fuori regione (+4) e 172 (invariato) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Basilicata, 169 casi

Sono 169 i nuovi casi positivi al Sars Cov-2, di cui 160 riguardanti residenti, su un totale di 1.666 tamponi molecolari registrati ieri in Basilicata. Lo rende noto la task force regionale con il consueto bollettino. Nelle scorse 24 ore non risultano decessi. I lucani guariti o negativizzati sono 203 a cui si aggiungono altre 270 guarigioni «a seguito - riferisce la task force - di verifica e riallineamento tra piattaforme Covid-19 della Regione Basilicata e dell'Istituto superiore di sanità». Nel bollettino di oggi i Comuni con più casi sono Potenza (56), Grumento Nova (24), Maratea (15).

Aggiornando i dati complessivi, i lucani attualmente positivi scendono a 3.655 (-375), di cui 3.548 in isolamento domiciliare, mentre sono 11.809 le persone residenti in Basilicata guarite dall'inizio dell'emergenza sanitaria e 364 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 107 (invariato): al San Carlo di Potenza 30 nel reparto di Malattie infettive, 21 in Pneumologia, 7 in Medicina d'urgenza e 4 in Terapia intensiva; all'ospedale Madonna delle Grazie di Matera 26 nel reparto di Malattie infettive, 11 in Pneumologia e 8 in Terapia intensiva. In aumento il numero dei posti letto occupati in terapia intensiva, passato da 10 a 12. Dall'inizio dell'emergenza sanitaria sono stati analizzati 246.766 tamponi molecolari, di cui 228.132 sono risultati negativi, e sono state testate 150.971 persone.

Valle d'Aosta, 15 casi

Nessun nuovo decesso e 15 nuovi casi da Covid-19 in Valle D'Aosta. Lo rileva il bollettino di aggiornamento sanitario della Regione. Da inizio pandemia i casi positivi totali salgono così a 8098, i casi positivi attuali sono, invece, 171, + 3 rispetto a ieri, di cui 10 ricoverati in ospedale, due in terapia intensiva, e 159 in isolamento domiciliare. I guariti ad oggi sono 7511, + 12 rispetto a ieri, mentre i tamponi fino ad oggi effettuati sono 79.061, + 316 su ieri, di cui 3784 processati con test antigienico rapido.

 

Ultimo aggiornamento: 6 Marzo, 06:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA