CORONAVIRUS

Immigrato positivo al Coronavirus, rivolta nel centro di accoglienza a Casier: «Non vogliamo fare i tamponi»

Giovedì 11 Giugno 2020
La protesta alla caserma Serena

CASIER - Un positivo al Covid 19 al centro migranti e scatta la protesta dei profughi, Questa mattina, giovedì 11 giugno, 300 profughi hanno manifestato all'ex caserma Sererna contro il piano di tamponi previsto dall'Usl 2 dopo aver accertato un caso di positività nella struttura.

LEGGI ANCHE Migranti, naufragio in Tunisia: almeno 34 morti. Recuperati cadaveri di 22 donne e 3 bambini

Un operatore afghano, rientrato in caserma dopo le ferie, aveva iniziato ad accusare una febbre persistente, una volta fatto il tampone è risultato positivo. Immediato il piano di prevenzione dell'Usl2 che avrebbe dovuto iniziare stamattina ma è ora bloccato dalla protesta dei migranti che temono una nuova quarantena e un ulteriore stallo delle loro attività. All'ex Serena stanno intervenendo carabinieri, polizia, vigili urbani e operatori dell'azienda sanitaria per cercare di far rientrare l'emergenza. 
 

Ultimo aggiornamento: 14:27