Roma, mascherine obbligatorie all'aperto: multe fino a mille euro: l'elenco delle strade. Da Firenze a Milano i divieti nelle altre città

Giovedì 2 Dicembre 2021 di Michela Allegri
Roma, mascherine obbligatorie all'aperto: multe fino a mille euro: l'elenco delle strade. Da Firenze a Milano i divieti nelle altre città

Mascherina obbligatoria all’aperto e al chiuso e multe da 400 fino a 3.000 euro, a seconda delle città. Tutta l’Italia si organizza per affrontare le feste e per limitare la diffusione del contagio da Covid-19 e, in particolare, della nuova variante Omicron e salvare lo shopping e i cenoni di Natale e Capodanno. Mentre l’Anci, l’Associazione Nazionale Comuni Italiani, presieduta dal primo cittadino di Bari, Antonio Decaro, ha chiesto al governo di valutare l’introduzione di un unico provvedimento su tutto il territorio nazionale dal 6 dicembre al 15 gennaio, i vari sindaci, dal nord al sud della Penisola, hanno iniziato ad emanare ordinanze fatte su misura.

Video

Covid, torna l'obbligo di mascherina a Roma nelle vie dello shopping natalizio

Super green pass dal 6 dicembre. Zona bianca, gialla e arancione: cosa cambia per i No vax

 

Mascherina obbligatoria all'aperto nelle città

In tante città è stato introdotto il divieto di camminare per strada senza indossare un dispositivo di protezione. Ieri è stato il turno della Capitale: a Roma diventa obbligatorio usare la mascherina nei luoghi affollati, nelle vie dello shopping individuate dalla Questura e sottoposte a misure straordinarie di controllo, e in tutti i luoghi in cui non sia possibile garantire il distanziamento interpersonale. L’ordinanza, firmata dal sindaco Roberto Gualtieri, sarà in vigore a partire dalle 10 del 4 dicembre, fino alla mezzanotte di venerdì 31 dicembre. Continuano ad essere esclusi dall’obbligo i bambini sotto i 6 anni, le persone con disabilità e quelle impegnate in attività sportiva.

 

 

 

L'elenco delle strade

L'obbligo riguarderà soprattutto le vie del Centro, a partire da via del Corso. Ma le nuove regole vengono estese anche a quello che è il salotto buono della città, il cosiddetto Tridente: piazza di Spagna, via di Ripetta, via del Babuino, piazza di San Lorenzo in Lucina, piazza San Silvestro, piazza del Parlamento, largo Chigi, largo Goldoni, piazza del Popolo, via della Croce, via dei Condotti, via Borgognona e via Frattina. Obbligo anche in un altro quartiere con un’altissima concentrazione di negozi e ristoranti: Prati. Dovrà coprirsi la bocca e il naso chi cammina a via Cola di Rienzo, a piazza Cola di Rienzo, a via Marcantonio Colonna, a via Fabio Massimo, via Ottaviano, viale Giulio Cesare e via Candia. E lo stesso input dovrà essere rispettato a viale Libia, arteria commerciale molto frequentata nella parte Nordest della Capitale.

 

Multe

Le multe per i trasgressori vanno dai 400 euro ai mille euro. Gualtieri ha seguito le indicazioni arrivate dal governo alle varie prefetture lunedì scorso: stretta sui controlli e tolleranza zero contro gli assembramenti. E non è finita: «Valuteremo gli effetti dell’ordinanza e l’andamento della curva dei contagi, e siamo pronti, se sarà necessario, a rafforzare il provvedimento con un obbligo generalizzato», ha ammonito il primo cittadino. Per il momento la disposizione vale nelle vie del Centro storico: da via del Corso a piazza di Spagna, passando per le tutte strade del Tridente, dove si trovano le boutique più famose e i locali più frequentati. Obbligo di mascherina anche nel quartiere Prati, ricco di negozi e ristoranti alla moda, e in viale Libia.

 

 

 

Non solo nella capitale

 

 


La decisione del sindaco della Capitale è condivisa da molti altri primi cittadini. Dal 4 dicembre, per esempio, scatterà l’obbligo di mascherina all’aperto anche a Firenze, in alcune aree più a rischio assembramenti della città. Nel capoluogo toscano sono stati introdotti anche sensi unici pedonali nei giorni da bollino rosso. A Milano le multe saranno ancora più salate: arriveranno fino a tremila euro. Tra le altre città che dovranno rispettare ordinanze restrittive ci sono Bologna, Bergamo Brescia, Padova, Pesaro, Aosta, Jesolo, Vicenza, Monza e Como.

Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre, 08:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA