Cerciello, l'audio del patto fra i carabinieri: «Non dire nulla sull'ordine di servizio»

Giovedì 16 Luglio 2020 di Valentina Errante
Cerciello, l'audio dell'accordo fra i carabinieri: «Non dire nulla sull'ordine di servizio»

É il 28 luglio quando un carabiniere della stazione Farnese manda ad Andrea Varriale, il militare che due giorni prima era in servizio con Mario Cerciello Rega, questo audio. Il file, nel quale si raccomanda a Varriale di non parlare con nessuno, secondo la difesa di Finnegan Elder, l'americano che insieme a Natale Hjorth è accusato del delitto del vicebrigadiere, dimostrerebbe che sull'intervento a Trastevere, avvenuto nelle ore precedenti all'omicidio di Cerciello Rega, l'ordine di servizio non era stato completato, così come sostenuto finora dai militari. Il file è stato fatto ascoltare oggi in aula nel corso dell'udienza del processo per omicidio a carico dei due americani. Secondo gli avvocati Renato Borzone e Roberto Capra dimostrerebbe anche che l'identificazione di Sergio Brugiatelli, il mediatore con i pusher che Cerciello e Varriale accompagneranno a recuperare lo zaino, nella drammatica operazione che costerà la vita a Cerciello, non era stato identificato. L'audio tira i ballo anche Sandro Ottaviani il comandante della stazione, indagato per falso.

 

Ultimo aggiornamento: 20:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA