Abusi edilizi a Castellabate,
scatta l'ordinanza di demolizione

Giovedì 21 Maggio 2020 di Antonio Vuolo
Abusivi edilizi nel paese di Benvenuti al Sud. Il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni ha disposto l’acquisizione gratuita al patrimonio dell’Ente delle opere abusive, realizzate a San Marco di Castellabate, e l’esecuzione dei lavori di demolizione e ripristino dello stato dei luoghi. I fatti risalgono al 2017 quando la Polizia Locale contestò, lungo Corso Umberto I, la realizzazione abusiva di un muro in blocchi di calcestruzzo a forma di “U” e un manufatto in blocchi di calcestruzzo. Da questo momento in poi la vicenda s'intriga perché  il proprietario presenta un’istanza per il rilascio dell’accertamento di compatibilità paesaggistica e della relativa richiesta di accertamento di conformità all'Ufficio Comunale di Castellabate.

LEGGI ANCHE Terrazze «chiuse» ma abusive: scattano 20 sequestri a Maddaloni

La pratica viene inoltrata alla Soprintendenza di Salerno che, a sua volta, presenta una richiesta di integrazione al proprietario che però non l'invierà mai. Quindi, il nuovo intervento del Parco con un'altra sollecitazione al proprietario, che rimarrà lettera morta, tanto da giungere a una nuova ordinanza di demolizione e ripristino dei luoghi. Ma nemmeno, stavolta, basterà. Da qui, l'ultima ordinanza di questi giorni, firmata dal direttore del Parco Romano Gregorio, che ha disposto la demolizione delle opere abusive.


  © RIPRODUZIONE RISERVATA