Pontecagnano, in piazza gli operai
del consorzio di bacino Salerno 2

di Alessandro Mazzaro

Sit-in di protesta, ieri mattina, degli operatori del cantiere di Pontecagnano Faiano del Consorzio di Bacino Salerno 2.  I lavoratori hanno chiesto di incontrare il sindaco, Giuseppe Lanzara, al fine di chiarire la questione relativa al ritardo nei pagamenti delle mensilità ed alla mancata liquidazione della tredicesima e della quattordicesima (attesa da giugno).

Una situazione ritenuta insostenibile dagli operatori del cantiere picentino: «Non si può andare avanti così - spiega il delegato sindacale Uil, Antonio Donnarumma - chiediamo semplicemente il rispetto di quello che è un nostro diritto. Questa condizione di perenne incertezza è intollerabile, anche perché ognuno di noi ha una famiglia da portare avanti. Gli enti competenti hanno il dovere di attivarsi per risolvere tali problemi».

Il primo cittadino, dal canto suo, ha rassicurato i lavoratori, confermando il massimo impegno affinché vengano liquidati tutti gli emolumenti arretrati: «Una questione che tengo a cuore sia per chi vi contribuisce come operatore sia per la cittadinanza tutta, con la quale e per la quale stiamo creando nuovi modelli e nuove prospettive sostenibili ed a tutela del territorio. Nei prossimi giorni - conclude Lanzara - si terrà un nuovo incontro per dibattere sul tema».
Giovedì 6 Dicembre 2018, 15:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP