Milano Fashion Week: successo dei brand campani con l'Italian Muslim Wear

Giovedì 30 Settembre 2021
Milano Fashion Week: successo dei brand campani con l'Italian Muslim Wear

Gran successo per i marchi campani presenti allo show-room di Livia Gregoretti durante la fashion week di Milano nell’ambito del progetto Italian Muslim Wear, ispirato alla moda mediorientale ma che tende a sottolineare l’importanza del ruolo della donna in tutti gli ambiti alla maniera occidentale e all’insegna della parità di genere. Un mix che unisce due realtà distinte e le avvicina sotto il segno della moda, che rappresenta un vero e proprio ponte verso il mondo arabo ma anche verso tutti quei mercati che sanno apprezzare e che chiedono il Made in Italy in tutto il mondo, concepiti nel rispetto delle diverse identità culturali e religiose. E se è vero che l’abito non fa il monaco è anche vero che la classe e l’eleganza danno piacere agli occhi, e il sentiment positivo riguardo lo stile armonico e sofisticato dell’Italian Muslim Wear già catturato durante l’Evening Dresses Show di Salerno ne è stato ancora oggi una prova.

«La cosa sorprendente è che importanti buyer che non trattano la moda musulmana sono stati attirati dalla nostra idea e da questo nuovo stile», racconta Michela Zio, direttore artistico dell’Evening Dresses Show. Quasi una controtendenza rispetto alla moda degli ultimi anni. «La vera novità che abbiamo constatato – continua Michela - è che oggi è tornata la voglia di vestirsi di eleganza con outfit quasi austeri, in contrasto con quella moda che qualcuno ha chiamato “circo” che abbiamo visto a Venezia, dove predominavano capi scollati e nudità. Stavolta invece nessun abito aderente ma femminilità data dai particolari».

 

Fra i marchi campani più ricercati ci sono Nino Lettieri, la cui casa di alta moda nasce a Pompei, Ada Sorrentino di San Giuseppe Vesuviano, Seta di Battipaglia, Gianni Cirillo di Aversa, La Dolce Vista di Praiano che hanno fatto boom di vendite nello show-room milanese. «Mi sento di ringraziare Livia Gregoretti – aggiunge il direttore artistico dell’evento di punta di abiti da sera in tutto il Sud Italia - che in poco tempo ha organizzato tutto riuscendo a dare una distribuzione anche a quei brand che non l’avevano, aprendogli un nuovo canale e consentendo una vendita a livello mondiale». Apprezzato da grandi buyer internazionali, l’Italian Muslim Wear figlio dell’Evening Dresses Show di Salerno ha portato ancora una volta in alto il Made in Italy e ancora più specificatamente il Made in Campania grazie al grande contributo dei brand campani in un progetto di moda destinato ancora a crescere su scala mondiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA