La posteggia sull'aliscafo con i classici napoletani per i passeggeri diretti a Ischia

un aliscafo in partenza da Napoli
di Massimo Zivelli

ISCHIA - Classiche note di colore e folklore canoro e musicale in mezzo al mare, per la gioia dei tanti turisti che, diretti a Ischia, viaggiano in aliscafo. Senza microfoni ed altoparlanti, e semplicemente muovendosi fra i passeggeri, un grippo di musicisti e cantanti si esibirà offrendo il meglio dei classici della canzone napoletana: dalla tammurriata a ‘O Sole Mio. Sarà così dunque che noti brani di autore e la nostra musica popolare si intrecceranno in un viaggio musicale che letteralmente naviga tra il golfo di Napoli e l'isola d'Ischia.

Nel weekend prende avvio il nuovo progetto culturale promosso dalla compagnia di navigazione Alilauro su alcune delle corse che la holding diretta da Maria  Celeste Lauro, mette in campo per valorizzare ulteriormente alcuni degli aspetti più significativi della cultura legata al territorio. A maggio c'era stata l'iniziativa del book sharing con la possibilità di trascorrere il viaggio leggendo libri e bervi racconti, adesso arriva il meglio della musica eseguita rigorosamente dal vivo. Negli spazi esterni prenderà quindi forma il concerto di Napulitanata, un'associazione culturale composta interamente da giovani napoletani che condividono l’obiettivo principale di valorizzare la canzone napoletana classica come attrattore turistico-culturale per la città di Napoli e per il suo golfo.

«Un piccolo regalo per i nostri utenti, che non mancheranno di apprezzare l’accompagnamento in note durante il tragitto», spiega Ornella Regine, responsabile marketing di Alilauro. «Siamo orgogliosi di poter rappresentare ai turisti, e non solo, alcuni dei tasselli della cultura partenopea, a partire dalla fine dell’Ottocento, dando loro una carica d’energia e buonumore durante il viaggio. – spiega Mimmo Matania, co-founder di “Napulitanata” (www.napulitanata.com) - Dopo il successo di un esperimento analogo sul Batò Naples  abbiamo rilanciato il connubio tra la nostra realtà culturale emergente e una realtà avanzata come Alilauro, partendo dalla necessità di valorizzare il turismo musicale a Napoli e dalla convinzione per cui le risorse identitarie, intese come elementi tipici della cultura materiale ed immateriale di un luogo, possono generare vantaggi alla comunità locale e soddisfare i bisogni e le esigenze dei visitatori».

Cantanti e musicisti si esibiranno in jeans e t-shirt: nel repertorio, senza microfoni né artefizi per aiutare voce e strumenti: «Gli unici due ingredienti della nostra ricetta sono l’anima e la grande passione che ci lega alla cultura della nostra terra».

Così, da successi universali come “Funiculì funiculà” a Renato Carosone, passando per Cicerenella, la traversata in aliscafo da e per Ischia sarà piacevolmente carica di sorprese.
 
Venerdì 6 Luglio 2018, 11:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP