Civitavecchia-Canottieri Napoli,
la nuova sfida di capitan Borrelli

Martedì 8 Giugno 2021 di Diego Scarpitti
Biagio Borrelli

Allora come oggi girone Sud. Scolpita nella memoria di Biagio Borrelli la data di quel mercoledì 10 luglio 2013. In gara 2 la Canottieri Napoli sbancò Civitavecchia e nel 10 a 6 finale che valse la promozione in serie A1 indelebile la triplice firma dell’allora 17enne centroboa di Ponticelli. La formazione allenata da Paolo Zizza con il vice Enzo Massa contava tra i suoi interpreti Pasquale Turiello, Fabrizio Buonocore, Umberto Esposito, Alessandro Velotto, Tomislav Primorac, Marco Parisi, Massimiliano Migliaccio. Giovanni Lanzetta il secondo portiere e poi Fabio Ronga, Gianmaria Montesano, Eduardo Campopiano, Matteo Morelli e Alessandro Bernaudo.

Dall’amarcord clorato alla semifinale playout. Domani, un altro mercoledì, i giallorossi affronteranno (ore 18) i laziali (stesso avversario dell’epoca). «Quella di Civitavecchia è una piscina in cui ho vissuto momenti importanti della mia carriera come il primo scudetto giovanile under 15, vinto nel 2010, e la storica promozione conquistata nel 2013», ricorda il leader del Molosiglio. «Per scaramanzia non mi sbilancio ma in passato Civitavecchia ha portato bene alla Canottieri», ammette il pallanuotista numero 11.

 

«Sono passati ben 8 anni da quella finale. Allora ero alle prime partite in prima squadra, mentre oggi mi ritrovo ad essere il capitano della Canottieri Napoli e dunque il giocatore più rappresentativo di questa società, che considero come casa mia». Da gara 2 del 2013 (fu festa grande e con una tripletta da incorniciare) a gara 2 del 2021. «Sicuramente ci attende una partita differente rispetto a quella disputata sabato scorso alla Scandone». Doppietta griffata da Borrelli a Fuorigrotta e vittoria 9-4.

«Il Civitavecchia storicamente riesce a dare il meglio tra le mura amiche. In ogni caso andremo lì con la voglia e la determinazione di archiviare la pratica playout», annuncia convinto il classe 1996. «Abbiamo preparato con mister Enzo Massa il match in ogni dettaglio». Potrebbe essere l’ultimo atto di questa strana stagione. «Credo che nell'arco di questo anomalo campionato non si sia vista ancora la miglior Canottieri, che mi auguro possa venir fuori proprio nell’incontro decisivo di domani. Forza Canottieri!», conclude fiducioso Biagio Borrelli, orgoglioso di indossare i galloni giallorossi.

Ultimo aggiornamento: 20:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA