Iwas, l'incarico di Rossana Pasquino
per promozionare la scherma

Martedì 4 Gennaio 2022 di Diego Scarpitti
Rossana Pasquino

Vocazione internazionale. Il suo impegno si amplifica, il suo messaggio si estenderà oltreconfine. Collaborerà con il rappresentante iraniano Alireza Poursalmani, lavorerà in sinergia con la giapponese Yuka Fujita, si relazionerà con la messicana Ana Elizabeth Gonzalez Ponce e interloquirà con il russo Aleksandr Ibragimov. Spicca il suo nome nella Commissione Promozione dell’Iwas, ovvero la Federazione internazionale degli sport in sedia a rotelle e amputati. «Sono contenta e orgogliosa di ricoprire questo nuovo ruolo, perché può essere la giusta sintesi e prosecuzione di quanto stiamo già facendo in Italia e trasfuso a livello internazionale», spiega Rossana Pasquino.

All’interno dell’organizzazione sportiva internazionale che disciplina gli sport per atleti con disabilità fisiche, la campionessa di scherma paralimpica darà continuità alle sue battaglie di civiltà. Tale prestigioso incarico conferisce maggiore spessore e ulteriore forza alla professoressa federiciana, già un portento in pedana, distintasi alle Paralimpiadi di Tokyo. Tra i cinque italiani nominati a Budapest nella riunione del comitato esecutivo, figura Pasquino, pronta a fare la differenza nell’International Wheelchair and Amputee Sports Federation.

La Commissione Promozione potrà avvalersi delle competenze dell’azzurra classe 1982, consigliere Fis in quota atleti. «Obiettivo aumentare il bacino di utenza dei praticanti e dei giovani in particolare nel mondo schermistico paralimpico», riferisce Pasquino, protesa non da oggi a promuovere questa attività a livello nazionale. «Sono felice di far parte di un organismo internazionale che rappresenta la scherma», conclude Pasquino, proiettata a Parigi 2024, «il grande sogno da coltivare». In programma la prova di Coppa del Mondo a Pisa dal 17 al 20 marzo. Inizia all’ombra della torre pendente il percorso di qualificazione in vista della Francia.

A completare la cinquina italica nelle commissioni della scherma paralimpica Alessia Tognolli (Commissione Regolamenti), Gianvito Rapisarda (Comitato Medico), Daria Marchetti (Comitato Sportivo) e Alberto Ancarani (Commissione Disciplinare).

«Siamo felici di vedere un numero significativo di donne ed ex atleti nominati in tutte le aree della scherma paralimpica. Sono state scelte persone qualificate ed esperte e bisognerà adottare tutte le misure per supportarle e incoraggiarle nel lavoro», asserisce Pal Szekeres, presidente del Comitato esecutivo internazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA