Slalom Sorrento-Sant'Agata 2022: Venanzio batte Miccio e Vinaccia

Lo slalom lungo i veloci tornanti del Nastro Verde della statale 145 Sorrentina

Il vincitore dello slalom Sorrento-Sant'Agata 2022 Salvatore Venanzio
Il vincitore dello slalom Sorrento-Sant'Agata 2022 Salvatore Venanzio
di Massimiliano D'Esposito
Domenica 13 Novembre 2022, 18:18
3 Minuti di Lettura

Si è disputato oggi lungo i veloci tornanti del Nastro Verde della statale 145 Sorrentina lo slalom automobilistico Sorrento-Sant’Agata, giunto quest’anno alla diciassettesima (16-1 per gli scaramantici organizzatori) edizione. Una gara valida per il Trofeo d’Italia Centro e Coppa Slalom Terza Zona ed anche come 15simo Memorial Giovanni Persico e 13simo Trofeo Franco Mastellone.

Una manifestazione motoristica che richiama centinaia di appassionati da tutto il Mezzogiorno, organizzata dal Rombo Team di Napoli grazie al patrocinio delle amministrazioni comunali di Sorrento e Massa Lubrense e dell’Aci. Si è corso sul classico tracciato degli anni scorsi, dal bivio che conduce verso il borgo agricolo di Priora fino alle porte di Sant’Agata sui due Golfi. Tre chilometri con dodici chicane per rallentare la velocità media delle vetture.  

A salire sul gradino più alto del podio il pilota locale tre volte campione italiano della specialità ed uno dei favoriti della vigilia, Salvatore Venanzio. Con la sua Radical Sr4 motorizzata Suzuki ha fatto segnare il proprio miglior tempo di 1.28,00 nella terza e decisiva manche.

Un crono che gli ha consentito di rintuzzare l'attacco di Gianluca Miccio, il quale, con una identica vettura, è rimasto staccato di appena un secondo e 67 centesimi. Al terzo posto l'altro beniamino di casa che godeva dei favori del pronostico per la vittoria finale, Luigi Vinaccia. Il quattro volte tricolore di slalom in gara con la sua Osella Pa9/90 Honda è stato distanziato di 2,88 secondi da Venanzio. 

Ai piedi del podio Mario Staiano al volante di una Ghipard Suzuki. Quinto si è piazzato Adriano Ricci con una Gloria Suzuki. A seguire, nelle prime 10 posizioni della classifica generale, figurano Cataldo Esposito (Radical Sr4 Suzuki), Michele Sellitto (Fiat 126 Kawasaki), Fabio Di Cristofaro (Gloria Kit Suzuki), Marcello Bisogno (Fiat 127 Peugeot) e Salvatore Di Leva (Fiat 126 Suzuki). Trofei sono stati assegnati anche ai migliori delle diverse classi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA