Sarri: Champions porta via energie,
dobbiamo metterci una pezza

Sabato 14 Dicembre 2019 di Alberto Mauro
Maurizio Sarri
Quattro punti persi nelle partite post Champions contro Lecce e Sassuolo. Stavolta Maurizio Sarri non può permettersi alti passi falsi, per non perdere altro terreno rispetto all’Inter. «L’Europa porta via energie a livello mentale, ma bisogna cercare di fare un passo in avanti e migliorare. In parte c’è differenza tra campionato e Champions, inconsciamente dopo aver vinto tanto in Italia può essere che la testa vada ad altri obiettivi. Ma se vogliamo essere combattivi in Europa dobbiamo iniziare a vincere in campionato». Aggressivo non fa rima con offensivo per l’allenatore juventino. «Per me il 3-4-3 è il sistema più difensivo del mondo. Per far giocare contemporaneamente Dybala, Higuain e Ronaldo ci vogliano determinate condizioni, a volte siamo bravi a capire quali, altre meno. Ci devono essere i presupposti. CR7 sta recuperando bene dalle partite, è cresciuto a livello di condizione, recupera più velocemente rispetto a 20 giorni fa, valuteremo il suo eventuale riposo in base alle patite, ma è in crescita». L’Udinese può contare su una vecchia conoscenza di Sarri. «Luca Gotti è di un’intelligenza straordinaria, ho lavorato con lui al Chelsea, ci ha dato molto insieme a Zola, senza di loro il nostro cammino sarebbe stato peggiore. Contento che abbia una grande opportunità ad Udine, ha una testa particolare. Non ho mai studiato l’Udinese di Tudor, è pericoloso, sa fare densità. E ha due attaccanti complementari e forti».

Douglas Costa e Bentancur vedono il campo. «Bentancur è stato fuori 3 giorni, uno stop che 99 su 100 non incide fisicamente, mentre per Douglas si tratta di uno stop di 20 giorni e va a incidere sulla condizione. Si sono mossi bene, ho solo una riserva sulla tenuta del brasiliano. Bentancur diventerà un giocatore top, ha valori tecnici sopra la norma e una personalità in crescita, se si conferma diventerà un top. Ramsey ha fatto differenziato, procede bene, oggi farà una parte col gruppo, vediamo domani se c’è possibilità di portarlo in panchina. Rabiot ha avuto problemi di ambientamento, poi in crescita fino all’ infortunio. E’ mancato un po’ in brillantezza, ma ha prospettive. Emre Can ha avuto una delusione forte per la lista Champions, e ha fatto fatica ad andare oltre. Domani vediamo, uno dei due sarà titolare ma nel corso della partita giocheranno entrambi probabilmente». L’Atalanta ha fatto un’impresa in Europa. «Sono contento che ci siano tre squadre agli ottavi di Champions, può essere un segnale di risveglio, penserò al sorteggio solo da domani sera, non prima, che segnale sarebbe per i miei giocatori?». Ultimo aggiornamento: 15:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA