«Maradona aveva 40 processi aperti:
dalla ex moglie Claudia al Fisco italiano»

Giovedì 21 Gennaio 2021 di Francesco De Luca
«Maradona aveva 40 processi aperti: dalla ex moglie Claudia al Fisco italiano»

Diego Armando Maradona, scomparso il 25 novembre per un collasso cardiocircolatorio, aveva 40 processi aperti. È stata la rivelazione fatta dall'avvocato Mauricio D'Alessandro, rappresentante di Matias Morla, l'avvocato dell'ex campione che era anche l'amministratore di Sattvica S.A., la società che controllava le sue attività commerciali. D'Alessandro ha consegnato al giudice Alfredo Anibal Villata i documenti su beni, contratti pubblicitari, conti bancari e anche processi che vedevano coinvolto Maradona. 

Tra questi c'è il procedimento avviato a Miami contro la ex moglie Claudia Villafane per appropriazione indebita. Diego denunciò anche due collaboratori di Claudia, Cecilia Ergueta e Franco Giorgiutti. E poi cause contro ex procuratori, arbitri e giornalisti, oltre al contenzioso con il Fisco italiano, con una cifra arrivata nel tempo a 40 milioni che secondo l'avvocato Angelo Pisani, per molti anni legale di Diego, non deve essere pagata dopo una sentenza della Commissione provinciale tributaria di Napoli. 

Video

L'avvocato D'Alessandro, intervistato dal sito infobae.com, ha dichiarato che Morla sarebbe disposto a sedersi a un tavolo con gli eredi di Maradona - in particolare le figlie Dalma e Gianinna - per raggiungere un accordo, superando le forti tensioni di queste settimane. Gianinna Maradona, dopo aver festeggiato la madre Claudia vincitrice del programma televisivo Masterchef Celebrity Argentina, ha pubblicato la chat whatsapp dei messaggi scambiati il 23 novembre, due giorni prima della morte del padre, con lo psicologo Carlos Diaz, che la invitava a non recarsi a casa per rispettare la tranquillità di Diego. Un modo per difendersi dalle accuse di aver abbandonato il genitore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA