CORONAVIRUS

Monza, giocatori al casinò di Lugano (e fermati dalla Asl): «Chiediamo scusa»

Venerdì 30 Aprile 2021
Monza, giocatori a casinò di Lugano fermati dalla Asl: «Chiediamo scusa»

«Per prima cosa vogliamo chiedere scusa per quanto è successo in queste ore»: doveva essere un'innocua «ragazzata» fra amici, e invece si è trasformata in una vera e propria polemica a proposito della responsabilità individuale legata al contenimento del Covid. Sono arrivate oggi, infatti, le scuse ufficiali da parte degli otto giocatori del Monza che - nei giorni scorsi - erano andati al Casinò di Lugano, in Svizzera, subito dopo una sessione di allenamento. Dopo essersi già scusati con l'amministratore delegato del club, Adriano Galliani, gli otto calciatori coinvolti - cioè Anastasio, Armellino, Barillà, Bellusci, Bettella, Boateng, Donati e Gytkjaer - hanno voluto scrivere una nota di scuse, che è stata pubblicata sul sito del club brianzolo.

Le scuse

«Ci dispiace immensamente - recita la lettera firmata dagli 8 - di non poter far parte della partita, ma siamo convinti che i nostri compagni daranno il massimo come sempre è stato fatto da ogni singolo tesserato del Monza. Si è trattato di una ragazzata e la nostra speranza è che sia presa come tale. Onestamente non credevamo di commettere niente che potesse andare a danneggiare i tifosi, la società, lo staff tecnico e i nostri compagni. Ognuno di noi purtroppo ha sottovalutato le implicazioni, altrimenti avremmo senz'altro preso in considerazione un altro modo per passare un paio di ore di svago pomeridiano. Lotteremo insieme come sempre abbiamo fatto!», concludono i giocatori del Monza.

Mihajlovic positivo al Covid dopo la leucemia: la serata con la moglie al Billionnaire

Il match

Per i calciatori coinvolti, quindi, niente match con la Salernitana. Le Ats Brianza e Milano, infatti, «hanno disposto l'isolamento attivo degli otto calciatori, peraltro tutti negativi al tampone, di cui la stampa ha scritto», ha spiegato il club in una nota, rendendo noto il via libera dalle autorità sanitarie per i giocatori dopo essere rientrati dalla Svizzera. «Per conseguenza, essi ben potrebbero prender parte alla partita Salernitana- Monza dell'1 maggio 2021, ma così non sarà per esclusivi motivi tecnici, dovuti a deficit di preparazione atletica, non avendo avuto la possibilità di allenarsi a partire dal 27 aprile», così il Monza.

Neymar anti Covid: organizza in Brasile una festa per 500 invitati

Ultimo aggiornamento: 20:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA