Premier League, lo United rinasce
e il City affonda. Chelsea in vetta

Sabato 30 Ottobre 2021
Premier League, lo United rinasce mentre il City affonda. Chelsea in vetta, Liverpool bloccato dal Brighton

Ah, il calcio inglese. Anche questa settimana la Premier League ha regalato (e continuerà a farlo) emozioni e colpi di scena, ma da dove iniziare? Dalla vittoria, in trasferta, ritrovata del Manchester United di Ole Gunnar Solskjaer, dalla caduta del City in casa, o dal pareggio ad Anfield del Liverpool di Jurgen Klopp? La certezza rimane il Chelsea di Thomas Tuchel che vince contro il Newcastle e si porta a più tre sui Reds.

Manchester United, rimandato l’esonero di Solskjaer. Esplode la rabbia dei tifosi, Conte resta in attesa

TOTTENHAM-MANCHESTER UNITED 0-3 Partiamo dalla fine, allora. I Red Devils si rialzano dopo la pesante batosta all'Old Trafford con gli eterni rivali del Liverpool e tornano a vincere in campionato dopo cinque giornate: era il 19 settembre e l'avversario era il West Ham, che ora la supera in classifica. È il solito Cristiano Ronaldo, al 39esimo e su assist di Bruno Fernandes a propiziare il risultato dello United contro il Tottenham. Nel secondo tempo, ci mettono lo zampino anche Edinson Cavani e Marcus Rashford a salvare la panchina del tecnico norvegese. Torna, momentaneamente, il sereno con i tifosi, ma la prossima sfida è il derby contro il City.

MANCHESTER CITY-CRYSTAL PALACE 0-2 E, a proposito di City, come dicevamo, ha poco da sorridere Pep Guardiola. Il Crystal Palace espugna l'Etihad Stadium con uno 0-2 che nessuno, alla vigilia, poteva pronosticare. A firmarlo il solito Wilfred Zaha che già al sesto minuto porta avanti gli ospiti su assist di uno scatenato Conor Gallagher, ma ne parleremo più avanti. Sul finale del primo tempo, infatti, qualcosa cambia ulteriormente: Aymeric Laporte, difensore centrale dei Citizens, viene espulso. Poi sì, c'è il gol annullato al Var a Gabriel Jesus al 60', ma in realtà poi il Palace chiude i conti, quasi allo scadere, con lo stesso assist-man di cui sopra. Che non farà felici per nulla i due fratelli, suoi omonimi, tifosissimi del Manchester City.

Premier League, il Liverpool si ferma in casa, il Chelsea ne approfitta

NEWCASTLE-CHELSEA 0-3 Nella lotta per il primo posto tra Chelsea e Liverpool, a consolidare la vetta sono i Blues che vincono grazie a un gran secondo tempo di Reece James, che da difensore si trasforma in goleador e ne segna due alla (nuova) squadra degli sceicchi, sempre più nei bassifondi della classifica. A chiudere i giochi il "nostro" Jorginho che, magari il 29 novembre non riceverà il Pallone d'Oro, ma dal dischetto è una sentenza: e infatti al St. James' Park è 0-3 per la capolista, ora a più tre dal Liverpool, appunto.

LIVERPOOL-BRIGHTON 2-2 Perché la squadra di Klopp, stavolta, non brilla. O meglio: lo fa solo per un'abbondante mezz'ora. I Reds passano subito in vantaggio con un gol di Jordan Henderson, il capitano, su assist del solito Mohammed Salah. Al 24' arriva anche il raddoppio di Sadio Mane che lascia presuppore una partita senza storia. Ma è il Var a metterci lo zampino: dieci minuti dopo, l'esterno d'attacco trova la doppietta personale che per un fallo di mano gli viene negata. Ed è qui che cambia la storia: al 41' Enock Mwepu accorcia le distanze e Leandro Trossard agguanta il risultato, tenuto fino al triplice fischio. Amaro in bocca per l'allenatore tedesco che, però, può consolarsi guardando i risultati della sua più temuta inseguitrice. Che è il Manchester City, ovvio.

Ultimo aggiornamento: 31 Ottobre, 07:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA