Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Fly future 2022: oggi e domani Roma capitale dell’aviazione e dello spazio: l’evento per i giovani che vogliono diventare piloti o astronauti Il programma Partecipa anche Franco Malerba

Lunedì 23 Maggio 2022
Fly future 2022: oggi e domani Roma capitale dell aviazione e dello spazio: l evento per i giovani che vogliono diventare piloti o astronauti Il programma

“La mancanza di gravità nello spazio? Sì, ero un po’ preoccupato delle vertigini, ma poi mi sono accorto che ci si diverte molto”. E’ questo uno dei ricordi più vividi di Franco Malerba, il primo astronauta italiano che andò in orbita il 31 luglio del 1992 a bordo dello Space Shuttle “Atlantis”.

Le celebrazioni del trentennale di questa storica missione si apriranno oggi a Roma in occasione di “Fly Future 2022”, il primo evento dedicato agli appassionati del volo e a coloro che, soprattutto tra i giovani, intendano trovare un’opportunità lavorativa nel settore dell’aviazione e dello spazio. Questo evento, che si svolgerà lunedì 23 e martedì 24 maggio presso l’Università Europea di Roma (via degli Aldobrandeschi, 190), vedrà anche la presenza dello stesso Malerba, che racconterà la sua missione e le prospettive del volo spaziale. “Gli astronauti del futuro, quelli che parteciperanno alla colonizzazione della Luna e all’esplorazione di Marte, dovranno anche essere bravi agricoltori”, spiega Malerba sorridendo, “perché, come nel famoso film ‘The Martian’ con Matt Damon, dovranno imparare a rendersi autonomi dai rifornimenti di cibo provenienti dalla Terra”.

 

Il programma prevede la partecipazione di decine di piloti, manager, professionisti ed esperti, che racconteranno la loro esperienza e risponderanno a domande e curiosità. Previsti anche numerosi stand di scuole di volo, istituti aeronautici, aeroclub, aziende e associazioni. “Saranno due giornate intensissime, con molti ospiti e conferenze su diversi argomenti, che potranno fornire ai giovani partecipanti tutte le informazioni utili per lavorare in futuro nel settore dell’aviazione e dell’aerospazio”, conferma Luciano Castro, ideatore e presidente di Fly Future. “La crescita del trasporto aereo in tutto il mondo ha fatto impennare la richiesta di piloti, assistenti di volo, tecnici e altri professionisti, offrendo così interessanti opportunità di carriera in un settore in grande sviluppo. Parallelamente, anche l’Agenzia Spaziale Europea sta selezionando nuovi astronauti per le prossime missioni nel cosmo”.

 

Il programma di “Fly Future 2022” si aprirà oggi lunedì 23 maggio con il convegno “Professione Volo. Le opportunità di lavoro e di carriera nel settore dell’aviazione e del trasporto aereo in Italia”, in cui sarà anche celebrato il 100° anniversario della nascita nel 1922 a Trieste della prima compagnia aerea italiana SISA-Società Italiana Servizi Aerei. Le due giornate dell’evento proseguiranno poi con oltre 20 conferenze e incontri: tra gli altri, interverranno Francesca Longhi, prima comandante pilota di ITA Airways, Antonio Chialastri, già comandante di lungo corso in Alitalia e autore di libri aeronautici, Gaetano Intrieri, amministratore delegato della nuova compagnia aerea Aeroitalia, e Fabio Consoli, già test pilot del caccia Eurofighter nell’Aeronautica Militare.

Ci saranno poi i direttori di importanti scuole di volo come Urbe Aero, Cantor Air, European Aviation Academy, Aero Club di Roma e Flyence Aviation Academy. Previsti anche gli interventi di esperti dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC) e di ENAV, Airbus Italia e Crewlink (gruppo Ryanair). L’evento si concluderà nel pomeriggio di martedì 24 maggio con il convegno “Lavorare nello spazio. Il futuro dei prossimi astronauti italiani tra stazioni orbitanti, ritorno sulla Luna e esplorazione di Marte”, organizzato in collaborazione con BIS-Italia. Ospite d’onore, a trent’anni esatti dal suo volo in orbita nel 1992, il primo astronauta italiano Franco Malerba, che racconterà la sua missione nello spazio sullo shuttle Atlantis. Interverrà anche Gabriele Mascetti, capo ufficio Volo Spaziale Umano dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI).

 

“Fly Future 2022” è promosso dall’associazione Ifimedia, in collaborazione con Mediarkè e Università Europea di Roma. L’evento ha ricevuto i patrocini da ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, ENAC, ASI, Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV), Federazione Aziende Italiane per l'Aerospazio, la Difesa e la Sicurezza (AIAD) e AOPA Italia. Main sponsor è la scuola di volo Urbe Aero. La partecipazione è aperta a tutti, previo acquisto di un pass nominativo valido per le due giornate. Ulteriori informazioni su www.flyfuture.it.

 

Il programma di “Fly Future 2022” prevede innanzitutto due importanti convegni: “Professione Volo. Le opportunità di lavoro e di carriera nel settore dell’aviazione e del trasporto aereo in Italia” (23 maggio, ore 9:30), in cui sarà celebrato il 100° anniversario della nascita nel 1922 a Trieste della prima compagnia aerea italiana Società Italiana Servizi Aerei (SISA), e “Lavorare nello spazio. Il futuro dei prossimi astronauti italiani tra stazioni orbitanti, ritorno sulla Luna e esplorazione di Marte” (24 maggio, ore 15:30), organizzato in collaborazione con la sezione italiana della British Interplanetary Society (BIS-Italia), che vedrà la partecipazione di Malerba e in cui sarà celebrato il 30° anniversario del suo volo in orbita. Per queste due ricorrenze, è stato anche realizzato uno speciale foglietto erinnofilo commemorativo a tiratura limitata di 1.000 esemplari. Le due giornate dell’evento prevedono poi oltre 20 conferenze e incontri con piloti, manager, professionisti ed esperti del settore dell’aviazione e dell’aerospazio, che racconteranno la loro esperienza e risponderanno alle domande dei giovani partecipanti. Prevista anche un’ampia area espositiva con i desk di scuole di volo, aeroclub, istituti aeronautici, imprese, università e associazioni.

 

“Il settore dell’aviazione e dell’aerospazio è in continua crescita in tutto il mondo e offre grandi opportunità di lavoro, sia come piloti o assistenti di volo nelle compagnie aeree, ma anche come tecnici, progettisti e, per i più fortunati, addirittura astronauti”, conferma Luciano Castro, ideatore e presidente di Fly Future. “C’è una grande attesa per la prima edizione di questo evento a Roma, che consentirà ai giovani appassionati o a coloro che sono alla ricerca di una carriera in ambito aeronautico e spaziale di incontrare direttamente piloti, professionisti, manager ed esperti per ottenere informazioni preziose per il loro futuro lavorativo”.

 

 

Ultimo aggiornamento: 24 Maggio, 09:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA