CORONAVIRUS

Covid, Pasqua ancora in lockdown e per la messa delle Palme solo rametti d'ulivo in buste di plastica

Sabato 13 Marzo 2021 di Franca GIansoldati
Covid, Pasqua ancora in lockdown e per la messa delle Palme solo rametti d'ulivo in buste di plastica

Città del Vaticano – La paura del Covid e il lockdown anche quest'anno segnerà pesantemente le celebrazioni liturgiche. A cominciare dalla messa delle Palme, che cade la domenica precedente a quella di Pasqua, dove lo scambio dei tradizionali rametti di ulivo resta altamente sconsigliato a meno che non siano stati confezionati in buste di plastica ermetiche. La lavanda dei piedi, invece, al centro del rito del giovedì santo, è destinata ad essere cancellata. Quanto alla veglia di Pasqua dovrà essere compatibile con il coprifuoco e con le regole in vigore per contrastare la pandemia. 

<div class="flourish-embed flourish-bar-chart-race" data-src="visualisation/2178601" data-url="https://flo.uri.sh/visualisation/2178601/embed" aria-label=""><script src="https://public.flourish.studio/resources/embed.js"></script></div>

 

Tutti i riti della Pasqua potranno essere partecipati dai fedeli solo se muniti di una apposita autocertificazione e solo in una chiesa vicino alla propria residenza. 

Da lunedì queste disposizioni varranno per tutte le regioni che sono diventate rosse. Naturalmente restano in vigore le regole che impongono ai fedeli l'obbligo di mascherina, l'ingresso negli edifici di culto in numero contingentato, il mantenimento della distanza di sicurezza. Durante le messe è poi vietato scambiarsi il segno della pace che è stato sostituito dalla Cei con un cenno di inchino, guardandosi negli occhi. 

Lazio, il lockdown quanto durerà? Possibile zona arancione a ridosso di Pasqua, ecco perché

Lockdown per 15 giorni, poi zona rossa a Pasqua e Pasquetta: le nuove regole

La Cei ha poi invitato i fedeli a partecipare alla celebrazione in presenza ma nel rispetto rigoroso delle norme anti contagio. Lo streaming è stato consigliato agli anziani e alle persone più a rischio.  Di fatto sarà un'altra Pasqua 'blindata' comprensiva di tutte le norme precauzionali imposte per evitare che la pandemia possa aggravarsi ancora di più. 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA