CORONAVIRUS

Coronavirus, Fiumicino e Ciampino: ecco la procedura per ricevere il tampone in aeroporto

Giovedì 20 Agosto 2020
Coronavirus, Fiumicino e Ciampino: ecco la procedura per sottoporsi al tampone

Sono diventati 20 (inizialmente erano 12) all'aeroporto di Fiumicino i box allestiti per far effettuare i tamponi ai passeggeri provenienti da Croazia, Grecia, Malta e Spagna. Otto invece le aree a Ciampino. Fino a questo momento non si sono registrati casi gravi di positività al coronavirus, ma soltanto di asintomatici. Si tratta di tamponi rapidi che, in 30 minuti, danno il responso, sia in caso di positività che di negatività.

LEGGI ANCHE Malpensa, «Non siete lombardi, non potete fare il test». La Regione: «Priorità a stranieri e locali»
 

 

In quest'ultimo caso, al passeggero viene consegnato un foglio con il via libera per lasciare l'aeroporto; diversamente, allestita una vera e propria "area-isolamento", sempre presieduta da personale medico, dove si effettua un secondo esame che stabilisce la carica del virus. Se bassa, la persona può lasciare la struttura e mettersi così in isolamento domiciliare per almeno 15 giorni, se alta è previsto l'arrivo di un'autoambulanza per biocontenimento della Regione Lazio e il passeggero viene trasferito in una struttura per malati di Covid.

LEGGI ANCHE Covid Sardegna, allarme della Regione Lazio: «Rischio bomba virale. Servono test agli imbarchi»

I test negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino sono gratuiti (riservati naturalmente solo a chi arriva con l'aereo) e facoltativi. Chi sbarca a Roma, proveniente dai paesi considerati a rischio, ha infatti 48 ore di tempo per sottoporsi obbligatoriamente all'esame del tampone presso l'azienda sanitaria locale di riferimento. Si tratta, insomma, di un servizio aggiuntivo che Aeroporti di Roma offre rispetto ai drive in regionali.

L'area adibita - sempre controllata dal personale di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Adr, Usmaf (Uffici di sanità marittima, aerea e di frontiera), Asl Regione Lazio e ministero della Salute - è attiva dalle 9 alle 18. Chi sbarca con un volo delle 18 avrà comunque la possibilità di sottoporsi al test, andando oltre l'orario stabilito. Per gli altri, la possibilità di presentarsi il giorno seguente in aeroporto per svolgere gli esami.

Tutti i giorni dalle ore 24:00 alle ore 5:00 le aree partenze ed arrivi dell'aeroporto Internazionale Leonardo da Vinci rimarranno chiuse al pubblico per consentire le necessarie operazioni di sanificazione degli spazi. I reparti del pronto soccorso presenti negli Aeroporti di Roma rilasciano anche un'impegnativa gratuita dando la possibilità ai passeggeri di sottoporsi al tampone in un'altra struttura privata a pagamento. Infine, è partita una nuova iniziativa dedicata ai baby passeggeri. Da ieri, infatti, per i bambini che si sottopongono al test, un lecca lecca in omaggio e un gadget degli aeroporti di Fiumicino e Ciampino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA