CORONAVIRUS

Il Covid a Caserta continua a circolare:
è allerta per la pulizia delle scuole

Lunedì 18 Ottobre 2021 di Ornella Mincione
Il Covid a Caserta continua a circolare: è allerta per la pulizia delle scuole

Dopo la giornata di votazioni di oggi, tutti gli istituti dovranno essere sanificati. È l'unico obbligo relativo all'emergenza pandemica previsto per la tornata elettorale.

Nessuna procedura, infatti, è stata stilata in occasione delle elezioni, eccezion fatta la pulizia e la sanificazione degli ambienti che dovranno accogliere gli alunni della provincia di Caserta. Certo, tutte le raccomandazioni sono state rivolte agli elettori: massimo rispetto per le norme anti-virus, in prima istanza, quella del distanziamento soprattutto in attesa di accedere al proprio seggio di appartenenza. Nessun controllo di Green pass all'ingresso delle scuole è stato svolto nè stabilito. Comunque sia, i cittadini sono stati tutti sollecitati a diminuire il più possibile il rischio di contagio attraverso le modalità già da tempo note a tutti.

Intanto, sembra che il virus abbia contagiato anche ieri. Stando ai dati pubblicati dal Ministero della Salute, sono 45 i casertani che hanno ricevuto esito positivo al tampone molecolare. Altri dettagli non sono noti rispetto alla giornata di ieri. Di certo, però, è avanzata ancora la campagna vaccinale. Fino alle 19.01 di ieri sono state erogate 695.745 prime dosi, di cui 618.660 richiami. La copertura vaccinale, che ormai riguarda più dell'80% della popolazione di Terra di lavoro, continua ad ampliarsi, mentre coloro che hanno già concluso l'iter delle due dosi iniziano ad essere invitati negli hub della provincia per poter ricevere anche la dose aggiuntiva.

Video

Questa nuova fase della terza dose è cominciata già qualche settimana fa, con la sua somministrazione agli operatori sanitari, agli ultraottantenni, agli ospiti di Rsa e case albergo provinciali e quei soggetti fragili più gravi che assumono terapie immunosoppressive. La settimana scorsa la dose aggiuntiva è stata proposta anche agli altri soggetti fragili, affetti dalle altre patologie catalogate dal Ministero della Salute, e agli over 60enni. È bene che la cittadinanza sappia l'avvio della campagna antinfluenzale. Il vaccino contro l'influenza è stato proposto in forma gratuita a molte fasce della popolazione come bambini, anziani, professioni esposte alla trasmissione e persone affette da patologie croniche.

Il ministero ha inviato una circolare in cui ricorda che devono intercorrere almeno 14 giorni da una eventuale e precedente somministrazione di farmaco anti Covid. È chiaramente indicato un consulto con il medico di famiglia e il pediatra di libera scelta per poter accedere anche al servizio vaccinale. 

Ultimo aggiornamento: 20:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA