Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Reggia Festival a Caserta,
gran finale con Marco D'Amore

Mercoledì 27 Luglio 2022
Reggia Festival a Caserta, gran finale con Marco D'Amore

Gran finale domani sera giovedì 28 luglio alle ore 21 per «Reggia Festival - Visioni Reali». L’evento cinematografico ideato da Confcommercio Caserta al Palazzo vanvitelliano con la direzione artistica di Remigio Truocchio si chiuderà con un ospite d’eccezione: Marco D’Amore. Attore e regista molto amato dal pubblico, D’Amore è un artista che si è formato a teatro ma che lavora tanto anche al cinema e in tv.

Sul palco di «Visioni Reali» gli spettatori potranno rivivere insieme a lui i suoi principali successi e vedere in antemprima assoluta, per gentile concessione di Sky e di Vision Distribution, le prime immagini di «Napoli magica», il docu-film sui misteri e le leggende della tradizione partenopea girato da Marco D’Amore. E poi ancora aneddoti, curiosità, dietro le quinte su alcuni dei ruoli interpretati in questi anni dall’attore divenuto famoso per il personaggio di Ciro l’immortale nella serie tv Gomorra. Tra gli ospiti della serata anche Silvia Brunelli e Sophia Guastaferro, rispettivamente regista e protagonista de «La Santa piccola», film rivelazione a Venezia e unica opera italiana selezionata all’ultimo Tribeca Film Festival, che sarà proiettata subito dopo l’incontro nei cortili della Reggia. Una storia corale, ambientata nel quartiere Sanità a Napoli e tratta dal romanzo omonimo di Vincenzo Restivo, che - tra sacralità e superstizione, amicizia e scoperta dei propri sentimenti - esplora il tema del libero arbitrio e le sue conseguenze.

Video

Altro momento molto atteso, che chiuderà questa prima edizione della rassegna dedicata al cinema «Made in Campania», sarà il talk con Maurizio Gemma, direttore della Film Commission Regione Campania (che ha patrocinato l’evento), con il quale si affronterà il momento magico che stanno vivendo il mondo del cinema e dell’audiovisivo su questo territorio. Un fenomeno in costante crescita che crea cultura, economia e indotto.

Con la serata di domani si chiude un Festival che ha avuto, tra i suoi ospiti, artisti come Toni Servillo, Sergio Rubini, Antonio Capuano, Francesco Di Leva, Giancarlo Basili, Massimiliano Gallo. Una edizione nata grazie ad un accordo tra il Museo Reggia di Caserta del Ministero della Cultura, il Comune di Caserta e Confcommercio e un accordo di partenariato siglato con l’Università degli Studi della Campania «Luigi Vanvitelli» e «Maestri alla Reggia». Presente con il suo patrocinio anche la Provincia di Caserta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA