Napoli Est, i rifiuti del mercatino finiscono nel terreno: degrado a Ponticelli

Martedì 2 Marzo 2021 di Alessandro Bottone
Napoli Est, i rifiuti del mercatino finiscono nel terreno: degrado a Ponticelli

Strada pulita ma terreni adiacenti ricoperti da un tappeto di «monnezza». Accade in via Luigi Califano a Ponticelli, quartiere della zona orientale di Napoli, dove si svolge settimanalmente un'area mercatale all'aperto con oltre cento operatori che vendono ogni tipo di merce: dall'abbigliamento agli alimenti, dai prodotti per l'igiene a quelli per l'arredamento.

Il "mercatino" a ridosso del parco comunale 'Fratelli De Filippo' attrae ogni lunedì e giovedì mattina centinaia di persone dell'intera periferia orientale. Puntualmente alla fine delle attività di vendita c'è un operatore che, per conto degli ambulanti, spazza e ripulisce l'intera carreggiata e buona parte del marciapiede. Successivamente i rifiuti sono recuperati dall'azienda comunale Asìa Napoli.

 

Molti altri rifiuti, però, finiscono nei terreni incolti e abbandonati a ridosso della strada: buste, cartoni, scatole, grucce, bottiglie, cesti, flaconi e molti altri ancora. Si tratta, perlopiù, di materiali in carta e cartone, plastica, polistirolo che possono essere facilmente smaltiti e che ogni commerciante dovrebbe recuperare evitando di farli finire in strada già nel corso delle ore di lavoro. In tanti anni si è creata una vera e propria discarica nel terreno, in buona parte comunale. Sulla strada non ci sono contenitori e, inoltre, l'area mercatale non è provvista di servizi igienici e capita spesso che qualche operatore usi lo spazio zeppo di rifiuti per i propri bisogni. Percepibile la puzza di urine. Ripulire l’area è particolarmente arduo perché nel frattempo sono cresciute fitte erbacce e sono stati sversati, da ignoti, altri tipi di rifiuti.

Una grave situazione di degrado e mancata igiene - specie in periodo di emergenza sanitaria per il covid19 - che si registra a pochi metri di furgoni e bancarelle che, appunto, due volte a settimana vengono posizionati anche per la vendita di alimenti e prodotti ortofrutticoli. Altri rifiuti sono stati spinti dal vento anche nelle aiuole a ridosso del parco: ci sono buste e cartoni attorno alla fontanella, anch'essa utilizzata dagli ambulanti per le proprie attività.

Il Comune di Napoli ha recentemente pubblicato un bando per l'assegnazione di 124 posteggi dell'area mercatale di via Califano. Le concessioni hanno durata di dodici anni e il canone annuale per un giorno di occupazione varia da 630 a mille euro a seconda dei metri quadrati utilizzati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA