Napoli, Nino D'Angelo torna nella sua San Pietro a Patierno con Jorit e si commuove

Giovedì 24 Giugno 2021 di Emma Onorato
Murale di Nino D'Angelo firmato Jorit

Con il celebre caschetto biondo e un sorriso stampato sul volto: è così che Jorit ha deciso di omaggiare Nino d’Angelo, realizzando un murale a San Pietro a Patierno - in piazza Guarino - vicino all’abitazione dove nacque il noto cantautore napoletano. Un'opera in stile Jorit, marchiata con le caratteristiche strisce rosse lungo le guance, ritrae  l'epica immagine del cantore della periferia quando era solo agli esordi della sua brillante carriera.

«Benvenuto a casa maestro», così è stato riaccolto Nino dalla sua gente: un fiume di persone che oggi era lì in piazza - a San Pietro a Patierno - solo per lui; una forte emozione invade il cuore del grande cantante che non riesce a trattenere qualche lacrima di commozione.

«Essere qui dopo 45-50 anni e vedere tanta gente che mi vuole bene, deve voler dire che qualcosa di buono l'ho fatto». Nino esterna la grande gioia che prova nel tornare a casa, non ha mai dimenticato le sue origini ed è grato alla sua gente: «Qui mi hanno insegnato tutto, qui ho imparato tutto quello che so fare».

Ma al contempo mette in luce anche un altro aspetto che investe il suo quartiere natio: «San Pietro a Patierno è un'ingiustizia italiana: è una vera periferia». Nino parla dell'invisibilità del suo quartiere, un quartiere dislocato, abbandonato, un luogo che la città sembra quasi nascondere. L'artista dichiara di essere rimasto colpito ed amareggiato dall'immobilità di cambiamento di San Pietro a Patierno e della sua gente: «Qui è cambiato poco e mi dispiace. Nessuno ha mai fatto qualcosa ed è un peccato soprattutto per i giovani», conclude.

Video

Il murale è stato fortemente voluto dagli abitanti che popolano il quartiere; l'idea di realizzare quest'pera nasce dalla comunità e Jorit aggiunge: «È un progetto che io ho subito voluto sposare perché queste sono le cose che fanno bene ai quartieri, danno identità ai quartieri. Questo posto ha un'anima - continua lo street artist - e ha qualcosa da raccontare». Agoch Jorit esalta il cantautore napoletano: «Nino è Napoli! È la parte positiva di Napoli: lui ha cantato per i ragazzi della periferia senza altezzosità, per questo lo amiamo».

Presto Nino tornerà sul palco; il cantante annuncia - durante la conferenza stampa -  il suo ritorno con: Il poeta che non sa parlare. Un concerto previsto per il mese di novembre che si terrà presso il Teatro Arcimboldi di Milano e, da quanto dichiara l'artista, sembra che la fonte d'ispirazione parti proprio dal murale di Jorit.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA