Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Vomero, la sede della Municipalità invasa dai topi: «Entrano negli appartamenti ai primi piani»

Domenica 22 Maggio 2022 di Antonio Folle
Vomero, la sede della Municipalità invasa dai topi: «Entrano negli appartamenti ai primi piani»

Topi che si arrampicano sulle tubature e raggiungono gli appartamenti ai primi piani, cittadini costretti a tener chiusi balconi e finestre per evitare "invasioni", topi morti che giacciono abbandonati nei cortili. Questo è l'incubo che stanno vivendo i residenti degli appartamenti che affacciano direttamente sulla sede della V Municipalità a via Giacinto Gigante, nel quartiere Vomero. Da circa due settimane, come hanno testimoniato i residenti della zona, dagli scantinati della struttura distaccata del quinto parlamentino fuoriescono decine di topi che, a loro volta, testimoniano le grosse dimensioni della colonia di ratti.

Alcune ore fa il consigliere della V Municipalità Emanuele Papa ha inviato una nota ufficiale alla direttrice della V Municipalità chiedendo un intervento immediato per debellare la colonia di topi e restituire serenità ai cittadini anche in vista del caldo estivo e del probabile rischio igienico-sanitario corso da decine di famiglie. Il problema denunciato in queste ore è stato più volte segnalato agli stessi dipendenti della Municipalità, ma ad oggi non sono stati adottati ancora provvedimenti per la distruzione della colonia che sta tenendo sotto scacco i cittadini.

Nuova invasione di vespe, a Salerno panico nel centro storico

«La presenza, più volte riscontrata negli ultimi giorni, di topi all'interno delle sedi istituzionali della V Municipalità - denuncia Emanuele Papa - è un segnale gravissimo di inefficienza e abbandono ed una problematica igienico-sanitario non sottovalutabile soprattutto alla luce della stagione estiva imminente. Come può l'istituzione territoriale porsi come risolutrice delle problematiche dei cittadini che le hanno corrisposto la propria fiducia, quando non riesce a garantire un'ordinaria condizione di sicurezza per i propri dipendenti e per i numerosi avventori che si recano quotidianamente nella sede di Via Giacinto Gigante? Ho provveduto immediatamente a segnalare alla direttrice della municipalità la situazione - prosegue ancora Papa - affinché si provveda in maniera tempestiva ed efficace alla risoluzione dell'incresciosa vicenda».

 

Non è la prima volta che il quartiere Vomero si trova ad affrontare una vera e propria emergenza legata alla folta presenza di topi. Alcune settimane fa hanno destato scalpore le immagini dei ratti "arrampicati" sugli alberi del parco Viviani, a poca distanza dalle aree destinate allo svago dei bambini. I cittadini ormai sono esasperati e le segnalazioni si moltiplicano giorno dopo giorno. Ormai nemmeno le trappole ed il veleno riescono ad arginare l'impetuosa espansione delle colonie di ratti che cominciano ad assumere dimensioni preoccupanti. 

«I topi si arrampicano sulle tubature del gas e dell'acqua, raggiungendo persino gli appartamenti al terzo ed al quarto piano - dichiara Andrea Cristiani, coordinatore delle dieci Municipalità di Napoli per la Lega - costringendo i cittadini a chiudersi in casa. Ci troviamo di fronte ad un problema che non può essere ignorato ma che, anzi, va affrontato nella maniera più rapida ed efficace possibile. Le istituzioni devono dare l'esempio ai cittadini - continua Cristiani - altrimenti non possono pretendere dagli stessi cittadini di comportarsi di conseguenza. Quello che sta accadendo da ormai due settimane al Vomero è vergognoso e nei prossimi giorni denunceremo questo stato di cose agli enti preposti».

Ultimo aggiornamento: 23 Maggio, 12:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA