«Matematica e realtà», al liceo Serao di Pomigliano il progetto che dà concretezza all'astrazione dei numeri

Domenica 6 Marzo 2022
Piazza Leone a Pomigliano

«Matematica e realtà» è il momento conclusivo dei progetti Play Math 1 e Play Math 2 che sono stati realizzati al Liceo Matilde Serao di Pomigliano nell'ambito del  Pon "Apprendimento e socialità” che ha l’obiettivo di ampliare e sostenere l’offerta formativa integrando, in sinergia e in complementarietà, gli interventi per migliorare le competenze di base e a ridurre il divario digitale nonché a promuovere iniziative per l’aggregazione, la socialità e la vita di gruppo delle studentesse e degli studenti e degli adulti.

La matematica è uno strumento di lettura ed interpretazione del reale indispensabile per comprendere la complessità. Le metodologie innovative sperimentate nell'ambito dei progetti Pon hanno contributo a “tradurre” questo principio in modo efficace, avvicinando gli studenti alla comprensione del reale attraverso l'applicazione e la padronanza dello strumento e  promuovendo la socialità e la riappropriazione degli spazi pubblici sul territorio. Ed è così che, con metro e carta millimetrata, gli studenti hanno restituito la misurazione della capienza massima della piazza simbolo della città di Pomigliano, piazza Giovanni Leone, in base alla capienza massima consentita da normativa vigente in era Covid. E allo stesso modo, pedalando in bicicletta, è possibile calcolare il perimetro della piazza, unendo l'utile al dilettevole e sensibilizzando i giovani ai temi della mobilità sostenibile e della transizione ecologica.

Al Serao, così, è in atto una riflessione profonda e un laboratorio permanente del “fare” scuola in modo innovativo che i progetti Pon e tante altre opportunità stanno contribuendo a far crescere, con attenzione costantemente rivolta alla comunità e al territorio.

Alla manifestazione, che si terrà lunedì 7 marzo alle 16,30 in piazza Leone, interverranno il sindaco Gianluca del Mastro, l'assessore alle Politiche Sociali Salvatore Esposito e la dirigente scolastica del liceo Luisa Patrizia MIlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA