Napoli, erbacce e rifiuti nel parcheggio di via Argine a Ponticelli

Mercoledì 14 Ottobre 2020 di Alessandro Bottone

Rovi e rifiuti insistono da tempo nel parcheggio comunale in via Argine a Ponticelli, nella periferia orientale di Napoli. Ad essere interessata è l'area esterna a ridosso della rampa di uscita dei veicoli.

Da tempo non si registrano interventi per eliminare il verde infestante che intrappola la spazzatura, in parte trasportata dal vento e in parte scaricata all'interno del bene comunale dai venditori ambulanti che frequentano la zona. Ci sono diverse cassette in legno e in plastica, cartoni, bottiglie, cartacce, una sedia rotta e ciò che resta di un ombrellone. A peggiorare le condizioni è la fastidiosa puzza di urina: lo spazio retrostante la rampa è costantemente preso di mira dagli ambulanti per i propri bisogni fisiologici. Sono in tanti ad accedere attraverso il cancello laterale protetto da una barriera automatica.

 

Il parcheggio di via Argine è gestito dall'ANM Napoli e può ospitare fino a 160 automobili su due livelli. Nel 2017, dopo il temporaneo utilizzo quale deposito giudiziario per veicoli sequestrati - una scelta non condivisa da cittadini e associazioni di Ponticelli - la struttura è stata riqualificata e riaperta al pubblico con un sistema di automazione per l'accesso e l'uscita dei veicoli, una cassa automatica, un sistema di videosorveglianza. Allora fu recuperato anche il verde che oggi versa in pessime condizioni.

Non va meglio nello spazio esterno che ospita lo stazionamento degli autobus che servono la zona orientale: ci sostano i mezzi delle linee 191 e 195. Erbacce, sporcizia e diversi dissesti sulla carreggiata lo rendono poco accogliente e pericoloso per i pedoni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA