Nuove regole scuola a Napoli, le nuove disposizioni in una lettera dell'Asl

frequenza scolastica
frequenza scolastica
Lunedì 7 Febbraio 2022, 17:07
3 Minuti di Lettura

La nuova riforma della frequenza della scuola nei mesi del Covid viene assorbita da Napoli. La struttura, comunica l'asl Napoli 1 alle scuole e ai Comuni del capoluogo campano e di Capri, è pronta a ricevere il ritorno in classe che per la nuova normativa del governo avviene quando «i requisiti - si legge - per poter frequentare in presenza, seppur in regime di auto-sorveglianza, devono essere dimostrati dall'alunno interessato», precisando che «l'istituzione scolastica è abilitata a prendere conoscenza dello stato vaccinale degli studenti in questo specifico caso».

La lettera di approfondimento ricorda che dall'insorgenza del primo caso nella classe scolastica «per gli studenti e per tutto il, personale scolastico interessato dal contatto si applica il regime dell'auto-sorveglianza con obbligo di indossare mascherina ffp2». La lettera ricorda anche che l'asl Napoli 1 «ha individuato 11 aree omogenee di territorio di propria competenza, associandole alle unità operative di prevenzione collettiva».

Video

Le aree coprono Napoli: Maria Coppola è responsabile dell'area 24 che copre i quartieri di Chiaia-San Ferdinando e Posillipo, dell'area 31 per Avvocata, Montecalvario, San Giuseppe Porto e mercato-Pendino, e l'area 73 che copre Anacapri e Capri; William Dattilo è responsabile delle aree 25 per Bagnoli-Fuorigrotta e l'area 26 per Pianura-Soccavo; il dottor Guido De Rosa delle aree 27 per Arenella e Vokmero e dell'area 29 per Stella e San Carlo all'Arena; Alfonso Poerio segue le aree 28 di Chiaiano, Piscinola e Marianella e l'area 30 di Secondigliano, Miano e San Pietro a Patierno; la dottoressa Patrizia Iannucci segue infine le aree 32 di Ponticelli, Barra, San Goovanni a Teduccio e l'area 33 di San Lorenzo, Vicaria e Poggioreale.

A queste strutture sono state attivate per le scuole anche recapiti per casi urgenti o particolari richieste. Nella lettera l'asl ringrazia anche quanti nelle scuole «si impegnano - si legge - a segnalare ogni positività con tempestività e completezza dei dati, contribuendo a rendere il lavoro dell'Asl come tempestivo e completo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA