Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

CORONAVIRUS

San Carlo e Covid, salta la Bohéme e arriva Marina Abramovic con la Callas

Venerdì 23 Ottobre 2020 di Donatella Longobardi
Callas

Troppe persone sul palco, salta l'attesa “Bohéme” con la regia di Emma Dante.

Lockdown permettendo, il Teatro di San Carlo inaugura la Stagione del Covid venerdì 4 dicembre 2020 alle 19 con la prima italiana dell'opera di Marina Abramović “7 Deaths of Maria Callas”. Lo ha annunciato il sovrintendente Stéphane Lissner che sta rimodulando l'intera stagione per rispondere alle nuove regole contro la diffusione della pandemia. Per il momento, il calendario si ferma a fine anno. Confermato il concerto di Riccardo Muti dell'8 novembre con due repliche e la prova generale aperta, dato l'alto numero di richieste. In teatro ammesse sempre 530 persone al posto delle normali 1200 con posti alternati a scacchiera e pareti di plexiglass tra le poltrone. Torna anche il balletto con “Le Quattro Stagioni”, su musiche di Vivaldi e con “Lo Schiaccianoci” che sarà rivisto a misura di virus con i danzatori distanziati. Jean-Yves Thibaudet sarà protagonista di un recital pianistico dedicato a Aldo Ciccolini a 5 anni dalla scomparsa.

Ultimo aggiornamento: 16:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA