CORONAVIRUS

Regionali Campania 2020, Dema non scende in campo: due candidati con Terra e uno con De Luca

Mercoledì 19 Agosto 2020

Per un paio di anni aveva annunciato la sua discesa in campo alle elezioni regionali, poi ha assicurato che anche senza di lui ci sarebbe stata la sua lista, alla fine non appoggia ufficialmente neanche la coalizione ambientalista di sinistra di Terra con Sinistra italiana e Rifondazione comunista: Luigi de Magistris non ci sarà alle prossime regionali in Campania e non ci sarà neanche il simbolo di Dema, né saranno in campo alcuni suoi assessori, ma nel corso delle ultime due assemblee di Dema, gli iscritti hanno deciso davanti al segretario Carmine Piscopo di lasciare la possibilità a chi volesse di candidarsi nell'ambito del movimento ambientalista Terra con due candidati presidenti, Luca Saltalamacchia e Stefania Fanelli.

LEGGI ANCHE ​Caldoro lancia la piattaforma per il programma del centrodestra

Nella lista Terra ci saranno Salvatore Pace, consigliere comunale ed ex vicesindaco della Città Metropolitana, e Paola Pastorino, ex vicepresidente della IV Municipalità. Ma c'è anche chi ha fatto una scelta diversa, candidandosi a sostegno di De Luca, acerrimo avversario di de Magistris negli ultimi cinque anni: è Francesco Chirico, presidente della II Municipalità, in campo con il partito animalista nella coalizione del governatore uscente. Una candidatura che a molti in Dema non è piaciuta ma che non ha suscitato reazioni disciplinari finora. Intanto, mentre nella coalizione di De Luca il rush finale dell'accorpamento delle liste si chiuderà a 15, nel centrodestra la coalizione a sostegno di Caldoro è al lavoro per chiudere le candidature.
 


Non ci sarà una singola lista del presidente ma un accorpamento con l'Udc di Cesa. Nella lista troveranno posto quattro candidati caldoriani: l'ex consigliere regionale Angelo Marino, il consigliere comunale a Napoli Mimmo Palmieri, la giovane nuotatrice paralimpica Angela Procida e Pasquale Giacobbo. In Forza Italia, intanto, è ormai certa la candidatura da capolista di Ermanno Russo, consigliere uscente da vicepresidente, pronto a rilanciare con la sua esperienza. La battaglia sulla candidatura di Annarita Patriarca, contestata da molti per la condanna penale del suo ex marito, è stata vinta da Martusciello e l'ex sindaco di Gragnano sarà nella lista di Fi. 

Ultimo aggiornamento: 20:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA