«Sacri spiriti», mostra sui Songye nella Cappella Palatina del Maschio Angioino di Napoli

«Sacri spiriti», mostra sui Songye nella Cappella Palatina del Maschio Angioino di Napoli
Martedì 25 Ottobre 2022, 14:48 - Ultimo agg. 14:49
3 Minuti di Lettura

Venerdì 28 ottobre alle 11.00 al Museo Archeologico Nazionale di Napoli si presenta la mostra «Sacri spiriti. I Songye nella Cappella Palatina» (allestita dal 29 ottobre 2022 al 15 gennaio 2023, per la prima volta in Italia, nella Cappella Palatina del Maschio Angioino di Napoli). Si tratta della più importante esposizione mai realizzata sulla scultura tradizionale dei Songye - un gruppo etnico africano insediato in un ampio territorio della regione centrale della Repubblica Democratica del Congo - con oltre 130 opere radunate da ConselliArt.

Interverranno, i curatori della mostra Bernard De Grunne e Gigi Pezzoli, il produttore della mostra, Andrea Aragosa; il Ministro della cultura della Repubblica Democratica del Congo, Catherine Katumbu Furaha; l’Assessore al Turismo della Regione Campania, Felice Casucci; il Console Onorario della Repubblica Democratica del Congo a Napoli, Angelo Melone; il Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Paolo Giulierini; il Direttore generale dei Musei Nazionali della Repubblica Democratica del Congo, Jean-Pierre Bokolo Mpoka; il Rettore dell’Università di Kinshasa, Jean-Marie Kayembe; il Rettore dell’Università degli Studi di Napoli L'Orientale, Roberto Tottoli; il Direttore Generale del Ministero della Cultura, Arte e Patrimonio del Congo, Joseph Ibongo Gilungula; la Dirigente della Regione Campania per il Turismo e la Cultura, Rosanna Romano.

La mostra, prodotta da Andrea Aragosa per Black Tarantella, gode del patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica Democratica del Congo a Roma, del Consolato della Repubblica Democratica del Congo a Napoli, della Regione Campania, del Comune di Napoli, del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, dell’Università “L’Orientale” e del Centro Studi Archeologia Africana di Milano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA