CORONAVIRUS

I consigli anti-noia di Emilia Zamuner: «Yoga, cyclette e coccole al cane»

Giovedì 9 Aprile 2020 di Salvio Parisi
Emilia Zamuner: chiacchiere dal sofà e consigli «anti noia» ​​
#IoRestoACasa

Fase 2 all’orizzonte, ma dobbiamo stare ancora tutti a casa: con la stessa necessità di rimanere e rispettare il Dpcm, ma al contempo di comunicare e vivere l’attesa.
 
A supporto dell’hashtag più diffuso nel web e i media in queste settimane, continua il ciclo di interviste «da sofà a sofà»: incontro al telefono quest’oggi con Emilia Zamuner, cantante e strumentista, giovanissimo talento del jazz italiano con collaborazioni, influenze e ispirazioni come Pino Daniele, Mina, Bobby Mc Ferrin o 99 Posse (solo per citarne alcuni).
 
Allora Emilia,
Già dalla prima ordinanza governativa a inizi marzo sono interdette le attività legate all’entertainment e le rappresentazioni di musica, recitazione o danza.
Come stai utilizzando questo tempo di stasi per i tuoi progetti artistici?

Finalmente ho preso un po’ di tempo per me, cerco sempre di vedere il bicchiere mezzo pieno nelle situazioni di difficoltà: ho perso tanti impegni, anche importanti, che spero dopo questo periodo cosi folle non vengano dimenticati. Sto però lavorando a certe cose mie, fino ad ora non avevo mai avuto tempo per pensare di scrivere qualcosa, ma forse più che tempo non mi sentivo ancora pronta. Passare dei giorni più a contatto con me stessa mi ha fatto capire tante cose…
 
Ma il canto non è solo costante esercizio della voce: è piuttosto un nutrimento quotidiano dello spirito. Come soddisfi un tale bisogno in questi giorni tra le mura domestiche?
Beh, il nutrimento in questo momento lo sto prendendo dalle persone che mi sono attorno, i miei genitori e mio fratello, ma soprattutto il mio adorato cagnone Wolfi che è super felice del fatto che siamo tutti a casa, sempre pronti a giocare con lui. 
Negli ultimi anni ero poco a casa e avevo dimenticato quant’è bello ridere e scherzare con i familiari che spesso e volentieri condividono e pensano come te, sorridono per le stesse cose…
 

 

Ma fuori dalle attività nel tuo habitat accademico, proviamo a entrare in qualche momento e curiosità del tuo #IoRestoACasa.
Beh il primo grande cambiamento di questo #IoRestoACasa è che sto riposando un po’ di più, altra cosa che non facevo da tempo... Poi l’essere umano fa immediatamente di necessità virtù e quindi si lavora a distanza: faccio lezione via skype ai miei allievi del conservatorio Gesualdo da Venosa di Potenza e preparo video musicali che organizziamo e realizziamo.
 
Abbiamo più tempo libero: yoga, cyclette, corpo libero e pilates oppure lettura, burraco, netflix e sky movie?
Guarda, ti dirò… ho fatto un bel mix di cose! 
Alterno yoga a corpo libero e ogni tanto per non farmi mancare niente un po’ di cyclette. Dal momento che, chiusi in casa, ci dedichiamo tanto alla tavola, dobbiamo anche provare a muoverci un po’ altrimenti appena usciremo nessuno ci riconoscerà!
Ovviamente non può mancare Netflix!
 
Napoli e la tavola di Pasqua: le pietanze di rito per te irrinunciabili.
Mio padre è un grande cuoco e io amo cucinare insieme a lui: oltretutto è legato alla tradizione e quindi a casa nostra per Pasqua il “casatiello” o il capretto con patate al forno non possono mancare! Non impazzisco per i dolci pasquali, a parte per il cioccolato: quindi ok l’uovo, rigorosamente al latte! 
 
Uscire a 200 metri da casa solo per la spesa, le medicine o per Fido: cosa ti manca davvero di "là fuori"? 
Un po’ m’hai conosciuta, sono una persona che ama il contatto con gli altri, amo la festa e amo vedere la gente felice. Quindi mi manca soprattutto questo: i sorrisi, la spensieratezza, l’allegria...
 
E qual’è invece la cosa che proprio non vorresti ritrovare "là fuori" dopo questa lunga quarantena?
Una cosa che di recente si avverte meno: l’invidia... 
Come si dice “mal comune, mezzo gaudio”: trovandoci nella stessa situazione, è come se ci sentissimo tutti più uguali e siamo più aperti al confronto, quello sano, che ci fa apprezzare (nel mio caso) la musica di tutti e ci fa allargare gli orizzonti. 
 
La tecnologia in queste settimane ci sta aiutando e allo stesso tempo ci sta tenendo uniti e in compagnia: web e social, quanto e quando?
Eh sì, anch’io sono una grande fan della tecnologia: devo dire che in questo momento è proprio di grande aiuto… Poter chiamare e vedere i propri amici è meraviglioso: io ho degli appuntamenti whatsapp quasi fissi in prima serata coi miei amici Daniele Sepe, Antonello Iannotta e Simona Boo o col mio compagno di merenda Massimo Moriconi. Qualche diretta su Instagram per tenere compagnia ai miei followers con brani cantati a richiesta sul momento: rischioso ma ci provo! 
 
Jam session in diretta social, lip sync su tik tok, stories musicali su instagram, video-aperitivi su skype e live dj-set su facebook: qual è il tuo mood?
Sono una grande consumer dei tik tok: alcuni sono davvero divertenti! Non ne faccio tantissimi sennò perderei giornate intere, ma qualcuno ogni tanto mi riesce e mi diverte!
Ma il mio mood sono sicuramente le dirette su Instagram.
 
La tua mini-lista “Abbracciame” di quattro titoli swing & fusion.
“The Way You look Tonight” cantato da Frank Sinatra …uno dei miei pezzi preferiti,
“The nearness of you” cantato da Ella & Louis ...mio brano portafortuna, 
“Flamenco Sketches” di Miles Davis ...perchè mi mette serenità, 
“Twisted” cantato da Lambert Handrix e Ross ...perchè rispecchia la mia follia! 
 
Dal tuo jukebox dell’anima quale pezzo ti viene di sussurrare stasera alla luna piena?
Un bellissimo brano del musical Notredame de Paris che si intitola “Luna”: rende l’atmosfera ancora più magica di quanto è questo silenzio che possiamo sentire quando apriamo la finestra e ci affacciamo al balcone.
 
E ora per concludere una tua idea o suggerimento «anti-noia» all’Italia attiva e creativa, quella che vuol restare a distanza dall’ansia coronavirus e dal clima indolente di queste giornate.
Ne parlavo proprio ieri con un amico: per riuscire a passare questo periodo, chi ha delle passioni continui a coltivarle e chi non ne ha se ne inventi...
In questi ultimi anni i giovani sono sempre meno appassionati a qualcosa se non uscire, eccedere e fare tardi la sera... Invece ritrovare valori familiari, condividere una chiacchiera tranquilla tra amici (a distanza) o coltivare nuove passioni non può farci che bene! 

Ultimo aggiornamento: 10 Aprile, 18:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA